"Progetto Comune" sporge denuncia per gli incendi a San Marco In evidenza

"Progetto Comune" sporge denuncia per gli incendi a San Marco

SAN MARCO ARGENTANO - I consiglieri comunali del gruppo Progetto Comune di San Marco Argentano (Antonio Lanzillotta, Glauca Cristofaro, Paolo Cristofaro, Annalia Incoronato) hanno deciso di presentare una denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza contro ignoti in merito agli episodi incendiari che hanno interessato il territorio comunale nei giorni scorsi.
«Sin dall’inizio del nostro mandato -spiegano- abbiamo sempre mostrato particolare attenzione verso le vicende che interessano l'ambiente ed il territorio e abbiamo ritenuto che, nel solco di quanto già fatto, anche in questa circostanza doveva essere intrapresa una iniziativa significativa sia a tutela dell'ambiente sia nei confronti dei numerosi cittadini di San Marco che nei giorni scorsi hanno vissuto momenti di paura a causa dei vasti incendi sviluppatisi sul territorio comunale. Incendi che non solo hanno gravemente danneggiato il nostro ricco patrimonio boschivo, ma che oltretutto sono risultati particolarmente pericolosi per i cittadini, causando ingenti danni anche a numerose proprietà private.

Riteniamo -continuano- che simili episodi incendiari non possano essere frutto di cause naturali, bensì sono veri e propri atti criminali meritevoli di essere perseguiti penalmente. Così abbiamo deciso di depositare presso il locale Comando dei Carabinieri una denuncia contro ignoti, sperando che tale iniziativa possa dare ulteriore impulso alle indagini già egregiamente portate avanti dalle forze investigative.
Qualora dovessero essere individuati i colpevoli di tale gesti criminali siamo anche pronti a costituirci parte civile dell’eventuale processo penale e chiedere in quella sede i danni a nome della comunità sammarchese.
Riteniamo che iniziative simili, oltre che validi strumenti di tutela in difesa di ogni diritto e legge violata, siano indispensabili anche per far sentire le istituzioni vicini alla cittadinanza.
Le nostre montagne e le nostre colline sono oggi profondamente sfregiate dai segni delle fiamme. Cicatrici profonde che il nostro territorio non meritava affatto e che per molto tempo segneranno il nostro bellissimo panorama. Se tutto ciò è causa di qualche spregiudicato piromane è doveroso che i colpevoli vengano individuati e puniti. Confidiamo, dunque, che le indagini facciano presto il loro corso e le forze dell’ordine possano individuare i colpevoli delle gravissime iniziative criminali che noi abbiamo denunciato.
Per l'occasione è quanto mai doveroso ringraziare di cuore tutte le autorità, i cittadini, i ragazzi e le forze dell’ordine e della sicurezza che si sono adoperate al meglio per combattere contro le fiamme, spegnere i roghi ed evitare che i vasti incendi potessero causare conseguenze ancor più dannose!».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners