Roggiano, la vicenda dell'ex stagista sul tavolo della Corte dei Conti In evidenza

  • La procura Regionale ha chiesto tutta la documentazione entro 30 giorni
0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Roggiano, la vicenda dell'ex stagista sul tavolo della Corte dei Conti

ROGGIANO GRAVINA -  Ricordate la vicenda di un ex stagista part-time, assunta anni addietro con un bando della Regione Calabria e successivamente confermata addirittura nello staff del sindaco? Bene, la questione non era passata inosservata già nella passata legislatura, quando ci furono diverse interrogazioni da parte di alcuni consiglieri di minoranza che facevano notare «l’assunzione di fiducia nello staff del sindaco, sebbene la stessa avesse in corso una vertenza legale con l’Ente in cui chiedeva il risarcimento dei danni avuti, tutte le retribuzioni maturate e non percepite e la trasformazione del posto».

La “vessata quaestio”, a seguito d’una segnalazione di presunte irregolarità, è arrivata ora sul tavolo della Procura regionale della Corte dei Conti. Difatti, il Sostituto procuratore generale dell’organo giurisdizionale, dottoressa Marcella Papa, ha chiesto in data 7 luglio scorso d’acquisire la necessaria documentazione. «Con riferimento al fascicolo istruttorio in oggetto – si legge nella nota recapitata al Comune e acquisita dall’Ente al n. 4658 – relativo ad una segnalazione di presunte irregolarità in ordine ad alcuni contratti di lavoro a tempo determinato sottoscritti con l’ex stagista», la Procura regionale ritenuto che «la segnalazione integra una notizia specifica e concreta di danno» ha disposto «la necessità di acquisire la necessaria documentazione e, nel caso, anche del presunto responsabile». In buona sostanza si vuole fare piena luce sulla questione e, di conseguenza, è stata chiesta all’Ente «oltre a tutta la documentazione dei contratti oggetto della vertenza, anche un’esaustiva relazione informativa sulla vicenda». La Procura regionale della Corte dei Conti ha assegnato il termine di trenta giorni dalla data della richiesta per la trasmissione di atti e documenti che devono essere comunicati tramite posta elettronica certificata. Si resta in attesa, quindi, dei possibili provvedimenti in merito.            

 

 

 

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners