Roggiano, una panchina rossa per Fabiana Luzzi In evidenza

  • Negli eventi programmati grande partecipazione e solidarietà di tutti
0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
La panchina rossa dedicata a Fabiana e (nel riquadro) Provenzano consegna i tulipani rossi La panchina rossa dedicata a Fabiana e (nel riquadro) Provenzano consegna i tulipani rossi

ROGGIANO GRAVINA  - Momenti vibranti, cuori pulsanti, grande partecipazione. La “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” nell’Esaro è stata vissuta in modo significativo. Da Roggiano a Fagnano fino a San Marco Argentano. L’altra sera “molte anime hanno vibrato…”, nel momento in cui il Cif, Centro Italiano Femminile roggianese, ha posato una panchina rossa in memoria di Fabiana Luzzi. Presenti i suoi genitori, Rosa e Mario, gli stessi con una struggente testimonianza hanno regalato ai presenti una meravigliosa “lezione d’amore”.

Allestita una ricca mostra fotografica a tema. Grande partecipazione da parte di numerosi fotografi, che hanno fatto dono al Cif delle loro suggestive immagini. La pittrice locale Emilia Morelli, ha curato una mostra; Domenico Grosso, apprezzato artista contemporaneo ha esposto alcune sue opere. Grande commozione, quindi, per l’interpretazione di Antonio Parise ed Orietta Scarpelli, due anime belle accompagnate al pianoforte dal giovane Piergiuseppe Orsino, che hanno dato voce ad una serie infinita d’emozioni nel recitare due monologhi scritti da Mariagiulia Votta, vincitori al concorso nazionale monologhi teatrali 2017, indetto dalla “Fondazione Unitaria Italiana Scrittori” Il Cif, nella persona della presidente Giada Mele, ha ringraziato quanti hanno contribuito alla serata, in particolare le Associazioni e, tra queste, l’Arco ed il suo presidente Francesco Provenzano che ha offerto (nel riquadro) un mazzo di tulipani rossi alla signora Luzzi; poi il sindaco Ignazio Iacone che ha donato la panchina; ed il parroco don Carmelo Terranova, padre sensibile e premuroso che ospita il Cif nella sua parrocchia. A Fagnano, invece, l'associazione “Leggiamoci su” guidata da Mariafrancesca Magno, ha partecipato alla campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. Il Chiostro comunale è stato illuminato di rosso e gli studenti liceali del “P. Candela” hanno addobbato via Don Bosco con nastri rossi appesi ai lampioni in ricordo delle vittime ed a sostegno delle donne coraggiose. Proiettato anche un videoclip inedito realizzato per raccontare la storia d’una donna sfuggita agli abusi. Infine a San Marco, la Fidas regionale presieduta dal giovane Antonio Parise ha celebrato la Giornata con questa frase: «Una donna dovrebbe versare il proprio sangue solo durante una donazione». 

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners