Vola una lamiera da uno stabile di sei piani per il forte vento

Vola una lamiera da uno stabile di sei piani per il forte vento

ROGGIANO GRAVINA - Tragedia sfiorata presumibilmente a causa del forte vento in via Corrado Alvaro. Infatti, un grosso pezzo di lamiera in ferro si è staccato all’improvviso da uno stabile di ben sei piani che è in costruzione da diversi anni ed i cui lavori sono fermi da più tempo. Per fortuna, la lamiera è atterrata sull’asfalto nel momento in cui non c’era alcun passante o veicolo per strada altrimenti i guai sarebbero potuti essere ben più grossi. È facilmente intuibile, infatti, cosa potrebbe provocare l’impatto di un grosso pezzo di lastra metallica come quello caduto, per di più scaraventato dalla violenza del vento nel caso lo stesso entrasse in collisione con persone o cose.

I primi a notare l’accaduto sono stati un paio di cittadini che hanno allertato rispettivamente il 115 e il comando di Polizia locale. Sul posto, giusto il tempo d’arrivare, sono giunti intanto i vigili urbani per un sopralluogo e di lì a poco soprattutto una squadra dei Vigili del Fuoco di Rende che ha effettuato gli accertamenti tecnici necessari. Alcuni operatori sono immediatamente saliti con una scala all’interno dell’immobile poiché dallo stesso, sempre a causa del vento, sembra siano caduti pezzi di calcinacci e laterizi. Sullo stabile, di proprietà privata, sarebbero stati notati alcuni segni di sgretolamento delle colonne portanti e, per questo, potrebbe essere richiesto agli organi competenti un sopralluogo di natura statica. Dell’accaduto è stata informata anche la locale Stazione dei carabinieri guidata dal luogotenente Stanislao Porchia. Nel frattempo, gli intervenuti hanno provveduto ad arrotolare la lamiera volata via dallo stabile ed a constatare che l’immobile andrebbe messo in sicurezza. Nelle condizioni in cui si trova, infatti, lo stesso - pur delimitato da rete metallica - non sarebbe ritenuto sicuro dal punto di vista statico per le abitazioni e le attività commerciali prospicienti e, di conseguenza, anche per chi quotidianamente vi transita a piedi o con delle autovetture.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners