CALCIO UISP - Il vento blocca lo scontro al vertice, le altre squadre si compattano in vetta

Villapiana Villapiana

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Basta un dato per etichettare, al momento, l’equilibrio del campionato: sette squadre in soli due punti. Ovvero esattamente la metà delle partecipanti che, in questo momento, è in grado di giocarsi il primo posto e quindi la vittoria finale. Una garanzia di interesse fino all’ultima giornata quando ormai siamo arrivati a quasi tre quarti del cammino. Puntare su una sola squadra è a nostro giudizio impossibile poiché ogni domenica ci sono scontri diretti che possono rivoluzionare la classifica scritta la domenica precedente. Tranne quando, come è successo sabato, arriva l’influenza dei fattori imponderabili: Eolo ha deciso di far girare così forte le sue pale che lo scontro al vertice tra Cassano e Terranova è (giustamente) durato solo dieci minuti.

I 22 in campo, infatti, sembravano figure impazzite alla ricerca di un pallone altrettanto matto che disegnava improponibili traiettorie. Un po' come succedeva da bambini quando il portiere si buttava a destra salvo venire buggerato dal Super Tele che finiva esattamente dalla parte opposta. Battute a parte, la sospensione era un atto doveroso e per il recupero gli spifferi parlano già della sosta pasquale, quindi tra un mesetto, al sabato santo. Il colpaccio di giornata lo realizza il S.Umile andando a vincere in rimonta sul difficile campo di Fuscaldo: dopo l’iniziale vantaggio messo a segno da Gianni Zicarelli, il rigore di Ferrari ha firmato il pareggio con cui si è concluso davvero un bel primo tempo da entrambe le parti. Nella seconda parte di gara, invece, è venuta fuori la maggiore preparazione degli uomini di Rosalbino De Marco che hanno portato a casa meritatamente l’incontro grazie alle reti di Prete e Guido Costantino. Una vittoria che vale doppio anche da un punto di vista dell’autostima che sta raggiungendo picchi mai toccati prima. Brutta battuta di arresto per la formazione tirrenica che, dopo lo stop di qualche tempo fa contro il BSV Villapiana, deve riflettere su un altro scontro diretto perso tra le mura amiche. Proprio la formazione jonica di Mario Grisolia batte il Roggiano e consolida la sua posizione in classifica: anche in questo caso la candidatura al primato è autorevole e va tenuta in debita considerazione. Per i gialloverdi roggianesi, invece, con ogni probabilità è l’addio a qualsiasi ambizione che già era diventata tenue dopo la sconfitta della scorsa settimana patita in casa ad opera della Fiorito Bisignano. Il Villapiana ha una rosa ben amalgamata e ha fatto tesoro di errori commessi lo scorso anno quando nel girone di ritorno si era vanificato ciò che di buono era stato seminato nella prima parte del campionato. Parziale delusione, invece, per la Fiorito Bisignano, bloccata in casa da un coriaceo Sibari che ha pure accarezzato l’idea del colpaccio grazie alla rete messa a segno da Leone nel primo tempo. Il pareggio di Laudonia, seppure ha evitato una sconfitta che avrebbe avuto del sorprendente, appare come una mezza sconfitta e non consente grossi passi in avanti in classifica. Da sottolineare, come spesso e volentieri avviene da quelle parti, il bel clima a fine gara con gustoso buffet a cura della presidentessa, ovviamente onorato da calciatori che non saranno nell’elite dell’arte pedatoria ma che certo figurano bene in quella del palato. Momenti che vanno certamente sottolineati in positivo. Continua a filare come un Freccia Rossa la Sinco di patron D’Alessandro che batte con classico punteggio il San Demetrio e irrompe nelle prime posizioni con l’atteggiamento di chi vuole sedersi al tavolo dei grandi. Non sappiamo se, in seguito, prevarrà la stanchezza per la lunga rincorsa o l’entusiasmo per un traguardo impensabile che ora è realmente fattibile: in ogni caso, la formazione bisignanese merita certamente molti applausi per cosa è riuscita a fare negli ultimi due mesi. A segno due volte Greco, arrivato nella finestra di Gennaio che potrebbe rivelarsi una risorsa molto importante nell’economia delle rimanenti gare. Un doppio 4-1 completa il quadro per le gare diciamo non di classifica: l’Audace ritrova la vittoria e lo fa con una bella prestazione contro i Medici FC al solito rimaneggiati. Questa volta, però, ci piace sottolineare la prestazione di Rapanà e soci, ben motivati e che hanno sfruttato il turno che lo vedeva opposti ad una formazione alla loro portata. Stesso discorso che può valere per i Medici 1988, che però hanno faticato di più per aver ragione del Malvito, visto che il primo tempo si è concluso con il risultato di parità (1-1). La doppietta di Caira e il gol di Muto, tutti nella ripresa, hanno contribuito a rendere il punteggio molto severo nei confronti degli ospiti. Solito sguardo al prossimo turno per chiudere: con tante squadre in pochi punti è fisiologico (oltre che bello) avere tanti scontri diretti, magari almeno uno ogni giornata. Toccherà, infatti, a Sinco - Fuscaldo e S.Umile – Villapiana provare a diradare il traffico in vetta alla classifica.

RISULTATI 18 GIORNATA

 

Medici Cosenza Calcio 1988

AxB Malvito

4

1

Audace

Medici Cosenza Calcio FC

4

1

Cassano Over 30

Sporting Terranova 2010

Sosp

 

Fiorito Bisignano

Sibari Over 2014

1

1

Fuscaldo Over 30

S.Umile Bisignano

1

3

BSV Villapiana

Roggiano Over 30

3

2

Sinco Bisignano

Over San Demetrio

2

0

 

CLASSIFICA

 

Società

G

P

Sporting Terranova 2010*

17

36

BSV Villapiana

18

36

Cassano Over 30*

17

35

S.Umile Bisignano

18

35

Fuscaldo Over 30

18

34

Fiorito Bisignano

18

34

Sinco Bisignano

18

34

Roggiano Over 30

18

29

Over San Demetrio

18

24

Sibari Over 2014

18

21

Medici CS 1988

18

17

Medici CS FC

18

12

Audace

18

11

AxB Malvito

18

9

 

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners