Dopo 52anni, don Elio lascia la guida della parrocchia di Sartano

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Dopo 52anni, don Elio lascia la guida della parrocchia di Sartano

TORANO CASTELLO - Don Elio Perrone lascia la guida della parrocchia di San Domenico in Sartano. Dopo ben cinquantadue anni, infatti, si è concluso per raggiunti limiti di età il servizio di parroco nella cittadina sartanese dove ha svolto, quasi interamente, il suo ministero pastorale. A don Elio subentra don Dante Bruno che già un anno fa l’arcivescovo metropolita Francesco Nolè aveva nominato vice parroco. Commosso il saluto del parroco emerito di Sartano alla comunità parrocchiale. “Ringrazio il Signore, la Madonna Immacolata, S. Domenico e tutti i santi per avermi assistito e protetto. Ringrazio i vescovi per la fiducia che mi hanno dato. Ma - scrive don Elio ai fedeli - soprattutto ringrazio voi fratelli e sorelle della comunità, mia diletta sposa, che mi avete accolto, amato e stimato, di avermi aiutato ad essere prete e fare il parroco”.

Don Elio nel suo breve ma intenso saluto alla comunità evidenzia che “per ubbidienza e con sofferenza sono venuto e per ubbidienza e con sofferenza lascio” e che “povero sono venuto e povero sono rimasto”. Ed aggiunge:” Grazie al cielo non lascio nessun debito alla parrocchia, anzi c'è un cospicuo avanzo nel bilancio parrocchiale”. Il parroco emerito, che è anche Canonico Penitenziere del Capitolo della Concattedrale di Bisignano, continuerà a risiedere nella cittadina sartanese. “La sofferenza sia per me che per voi viene lenita, - pone l’accento don Elio rivolgendosi ai parrocchiani - perché continuo ad abitare a Sartano e cercherò anche di collaborare, nei limiti della mia età e della mia salute, con il nuovo parroco”. Infine, don Elio chiede anche “umilmente scusa e perdono per tutti le mancanze e gli sbagli che ho fatto. Vi abbraccio uno per uno stringendovi al mio cuore sacerdotale. E poiché l'odore delle pecorelle che siete voi - assicura - è così fortemente penetrato nella mia pelle, non si cancellerà mai, sarete sempre presenti nel mio cuore e nelle mie preghiere”. Domenica scorsa, 16 settembre, don Elio ha presieduto una S. Messa solenne di ringraziamento e di saluto alla comunità, concelebrata con il neo parroco Don Dante Bruno ed animata da tutti i movimenti, i gruppi e le associazioni presenti nella realtà ecclesiale sartanese che hanno rinnovato ancora una volta i sentimenti di stima e affetto al loro amato parroco. Presente anche il sindaco Sabatino Cariati, il vicesindaco Emanuele Ferraro ed il consigliere Alessandro Sciullo. Il primo cittadino, in una pergamena donata a don Elio per manifestare affetto e riconoscenza, ha scritto: “Per mezzo dello Spirito, hai vivificato la nostra comunità per più di 10 lustri. Hai costruito la nuova chiesa, e nuovi sacerdoti ha espresso la nostra parrocchia. Nella crescita civile e sociale, molte generazioni di sartanesi hai accompagnato. Esempio non comune di lunga e duratura simbiosi tra gregge e pastore”.

0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners