Progetto Comune sulla Casa della Salute: "Non è una vittoria" In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Progetto Comune sulla Casa della Salute: "Non è una vittoria"

SAN MARCO ARGENTANO - «Nei giorni scorsi la maggioranza ha deciso di pubblicizzare - a dir loro - una grande vittoria per aver ottenuto il decreto regionale di finanziamento delle risorse da destinarsi per la riconversione del nostro ex ospedale locale in Casa della Salute, con tanti ringraziamenti verso gli autori - a nostro avviso i colpevoli - di tale decisione». Così scrivono i consiglieri comunali del gruppo Progetto Comune di San Marco Argentano che aggiungono: «Ebbene, per noi Consiglieri del Gruppo Progetto Comune la riconversione del nostro ex Ospedale in Casa della Salute non è affatto una vittoria per nessuno, tanto meno per l'attuale maggioranza, perché la Casa della Salute non risolleva il declino dei servizi sanitari locali e territoriali, essendo di fatto un mero contenitore di servizi sanitari primari già presenti senza null’altro di più!

Riteniamo che Sindaco e maggioranza, dunque, dovrebbero fare molto ma molto di più prima di esultare per qualche vittoria, e soprattutto dovrebbero smetterla di prendere in giro i cittadini. Abbiamo chiesto e sollecitato a più riprese maggiore impegno e determinazione nella gestione di tale gravissima problematica che interessa la salute di tutti i cittadini, offrendo sempre massima collaborazione e sostegno perché riteniamo che su problemi come quello dei disservizi sanitari non possiamo certo dividerci in fazioni, dovendo piuttosto remare tutti dalla stessa parte nell'interesse comune. Abbiamo proposto con competenza e determinazione idee ed iniziative (Class Action popolare) cadute nel vuoto e mai ascoltate.
Oggi, però, con la stessa determinazione sentiamo il dovere di sconfessare pubblicamente l'ennesima falsa notizia pubblicizzata dalla maggioranza, e stigmatizzare con forza queste ripetute reclame del tutto ingiustificate , utili solo a prendere in giro i cittadini, facendo passare per vittorie eventi che in realtà non sono vittoriosi affatto, essendo semmai evidenti sconfitte sia sotto il profilo politico, sia nel merito dei servizi sanitari che verranno erogati sul nostro territorio.
Basta a queste solite prese in giro! Basta con questo continuo fumo negli occhi dei cittadini che, invece, meritano solo verità, competenza ed onestà politica ed intellettuale.
Il recente decreto che dispone il finanziamento della casa della salute (per la quale non c'è da ringraziare proprio nessuno!) non solo è una “falsa” novità - in quanto tale decisione già di fatto assunta andava solo ratificata dagli organi competenti - ma soprattutto non è per nulla una vittoria di cui esultare ed andar fieri, essendo semmai una gravissima sconfitta.
Proprio il Sindaco e la maggioranza appena tre anni addietro, approvando le linee programmatiche di mandato, dichiaravano che non si sarebbero rassegnati ad avere una Casa della Salute ritenendola una scelta sbagliata per il territorio, impegnandosi a combattere con forza per risollevare il declino dei servizi sanitari locali. Ebbene, dopo appena 3 anni i fatti li smentiscono chiaramente! Tre anni in cui non si è vista alcuna battaglia, né tanto meno alcun risollevamento dei servizi sanitari locali, alla fine dei quali oggi cantano addirittura vittoria per il finanziamento di quella Casa della Salute che loro avrebbero voluto e dovuto osteggiare con forza! In realtà ora come allora la Casa della Salute resta un contenitore vuoto in cui non è affatto ben chiaro quali servizi sanitari saranno erogati, per cui ci spieghi il Sindaco cosa è cambiato negli ultimi tre anni, quali siano gli elementi concreti per cantar vittoria (?). Altrimenti eviti falsi proclami e smetta di illudere i cittadini.
Tutto ciò è davvero inaccettabile! Noi rimaniamo dell'avviso che la Casa della Salute sia una sconfitta clamorosa! Una debacle su tutto il fronte rispetto alla quale politici onesti dovrebbero avere il buon senso di dimettersi, ma soprattutto avere il buon gusto di non prendere in giro i cittadini.
Hanno chiaramente fallito il più importante impegno politico assunto durante la campagna elettorale, e questo dovrebbe essere più che sufficiente per suggerire loro di andarsene mestamente a casa».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners