Forza Nuova chiude i battenti a San Lorenzo in favore dei problemi del paese In evidenza

  • Lo annuncia il segretario Francesco Mustaro
0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Francesco Mustaro Francesco Mustaro

SAN LORENZO DEL VALLO - «È doveroso, per onestà e trasparenza, rendere pubblica la decisione di lasciare il movimento politico Forza Nuova e di sciogliere la sezione cittadina. Decisione presa già da tempo, insieme a tutto il gruppo militante di San Lorenzo del Vallo, e comunicata ai dirigenti provinciali». A scriverlo in una nota è l'ormai ex segretario della sezione sanlorenzana Francesco Mustaro il quale, attraverso un documento inviato agli organi di stampa, aggiunge: «Cercherò di essere conciso e chiaro soprattutto nello spiegare le ragioni di questa scelta che considero irrevocabile.

Fin dal primo momento in cui si è prospettato per me questo incarico, ho inteso il mio ruolo di coordinatore cittadino squisitamente come servizio al mio Movimento e al mio paese.
Credo che molti, forse tutti, potranno testimoniare che ho sempre preferito ascoltare che parlare, ritenendo essenziale cogliere le opinioni, ma anche gli stati d’animo, di quanti condividono con me il senso di appartenenza ad una comunità.
E con il massimo dell’umiltà ho suggerito a mia volta una visione della politica in cui valori e idee avessero la predominanza su interessi ed ambizioni. Questa visione, mio malgrado, non è riuscita ad oggi ad affermarsi.
Vedo, al contrario, protrarsi una logica di separazione tra i vari corpi del Movimento; si assumono decisioni vitali per il futuro senza discussione, ci si estranea dal contesto politico e sociale per rinchiudersi in una cerchia sempre più ristretta e quindi sempre più povera di novità.
Probabilmente anche prima di palesare queste mie riflessioni non sono certo stato il migliore dei militanti. Ho tuttavia cercato di fare del mio meglio e l’esperienza maturata in questi mesi mi ha arricchito enormemente, sia sul piano politico e professionale, che su quello umano.
Devo ringraziare i dirigenti che mi hanno permesso di fare questa esperienza e che mi hanno accordato la loro fiducia in maniera davvero coraggiosa. Ma proprio perché legato dal vincolo della gratitudine, non intendo rinnegare l’obbligo della sincerità nei loro confronti.
Ho deciso, quindi, insieme a tutto il gruppo militante, di costituire un’associazione politico-culturale che abbia come impegno soprattutto problematiche della nostra comunità, tralasciando in larga parte le tematiche nazionali».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners