Ufficio ticket chiuso, il disappunto di Cortese (Tutti per Lungro)

Ufficio ticket chiuso, il disappunto di Cortese (Tutti per Lungro)

LUNGRO - «E nemmeno oggi, martedì 08/08/2017, riapre l'Ufficio Ticket presso il CAPT di Lungro, per rendere il suo dovuto servizio alla cittadinanza lungrese e ai paesi limitrofi». Lo scrive in una nota Gennaro Cortese, Capogruppo del gruppo di minoranza consiliare "Tutti per Lungro", nella quale afferma: «E seppur il Sindaco Giuseppino Santoianni pochi giorni fa, tramite comunicazione a mezzo stampa, abbia ritenuto opportuno definire "sterili" le denunce della minoranza di Consiglio, in quanto "non supportate da fatti oggettivi", si vuole oggi ribadire al primo cittadino che le denunce erano non solo dovute e legittime, ma anche aderenti alla realtà che non ha risposto alle aspettative a priori prospettate dal sindaco in sede di consiglio.

Dall'inizio, infatti, la suddetta minoranza di Consiglio, non aveva riposto alcuna fiducia nelle dichiarazioni dei vertici dell'Azienda Sanitaria in merito alle promesse fatte, tanto da scegliere consapevolmente di aver un rapporto conflittuale con la stessa, nella certezza che fosse l'unico modo possibile per essere ascoltati ed avere delle risposte valide in merito alla questione.
Se invece il Sindaco volesse continuare a fidarsi delle promesse vane fatte dall'azienda, e continuare ad essere ingannato, come successo fino ad oggi, da progetti annunciati ma mai realizzati presso il nosocomio di Lungro, facesse pure. La minoranza di governo di Lungro, come gruppo consiliare di opposizione " Tutti per Lungro", non solo prende le distanze da tale affidamento fiducioso alle dichiarazioni illusorie degli amministratori dell'ASP, ma si assume anche la responsabilità di essere voce critica, ma anche operativa per quanto possibile, nella risoluzione dei problemi.
Il tutto conforme ed attinente a quanto si è detto e messo in campo in campagna elettorale.
Le promesse non sono le soluzioni dei problemi.
Si chiede quindi con forza e determinazione, da parte del gruppo consiliare "Tutti per Lungro", la risoluzione dignitosa e definitiva del disagio a cui Lungro e i lungresi sono esposti; in particolare per le fasce socialmente deboli, come gli anziani e gli indigenti, i quali non hanno possibilità materiali ed economiche per recarsi al più vicino ufficio ticket presente nel territorio.
E lo si richiede non solo per questo breve periodo di tempo, ma da qui al prossimo autunno, considerato che il dipendente dell'ufficio ticket, oggi assente per ferie, verrà presto collocato in pensione.
L'azienda Sanitaria ha tanta autorità quanto autorevolezza sufficiente per risolvere il problema. Lo ha già fatto in passato quando si è deciso di guardare ed investire al centro rispetto alla periferia.
Oggi è la periferia a chiedere aiuto.
È quindi dovere dell'Azienda essere presente e attivare tutte le soluzioni possibili per garantire a tutti il diritto ai servizi sanitari e quindi alla salute, senza distinzioni di luogo e di ceto, considerato che sono i più deboli economicamente, ad essere penalizzati su tali infelici scelte».

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners