Differenziata: Mariotti e Di Cianni dichiarano guerra agli incivili In evidenza

Differenziata: Mariotti e Di Cianni dichiarano guerra agli incivili

SAN MARCO ARGENTANO – (Comunicato stampa) «È necessario porre un freno agli atteggiamenti incivili di quanti non effettuano la raccolta differenziata, ma preferiscono abbandonare i rifiuti lungo le strade».
Così il primo cittadino Virginia Mariotti, che prosegue: «Il territorio sammarchese è esteso per 78 km quadrati ed è in larga parte abitato. Sono enormi, pertanto, le difficoltà e gli sforzi che l’Amministrazione deve compiere per tenerlo pulito. Chiediamo la collaborazione di ogni cittadino nell’effettuare correttamente la differenziata e invitiamo coloro i quali dovessero avere dubbi o problemi in merito allo smaltimento dei rifiuti a rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Comune.

È fondamentale che ognuno di noi si senta protagonista di questo importante progetto, di questa battaglia di civiltà che renderà migliore e più sano l’ambiente che ci circonda, e che farà più bella, più accogliente, più decorosa la nostra città.
Chiunque assiste all’abbandono di rifiuti nel territorio sammarchese è invitato a fare una segnalazione al Comando di Polizia Locale. I maleducati che abbandono buste, sacchetti, rifiuti ingombranti di qualunque tipo, devono essere prontamente individuati e multati, per il bene della nostra comunità.
Voglio ricordare, infine, che i nostri concittadini possono conferire gli ingombranti, e tutto ciò che non può essere ritirato con il servizio porta a porta , presso l’isola ecologica sita in località Cimino, aperta nei giorni di martedi pomeriggio, dalle ore 16.00 alle ore 20.00, e sabato mattina, dalle ore 7.30 alle ore 12.30».
Il triste fenomeno degli abbandoni dei rifiuti da parte di autori ignoti e il conseguente obbligo di rimozione imposto ai Comuni dal D.lgs 152/2006 art 192, comporta, oltre a problemi di natura ambientale e di decoro, soprattutto ripercussioni negative sulle casse dell’Ente e, quindi, dei cittadini, a causa degli enormi costi che si è costretti a sostenere nell’attività di rimozione dei rifiuti e di bonifica dei suoli contaminati.
«Queste pratiche incivili – commenta l’assessore all’ambiente Finisia Di Cianni – sono e saranno combattute ogni giorno e con ogni mezzo a disposizione dell’Amministrazione. Occorre che il messaggio sia chiaro: la tutela ambientale del nostro paese è una priorità! Non si capisce come mai tutto questo abbia ancora luogo. Perché va da sé che non si può, e non vogliamo, generalizzare, poiché esistono, ovviamente, moltissimi cittadini educati che rispettano il loro paese, ma è altrettanto evidente che, per quanto il Comune possa fare per sopperire al problema con bonifiche, pulizie e pronto intervento, c’è una fetta della popolazione a cui non interessa palesemente del decoro della nostra San Marco – prosegue Di Cianni – Allora, quando la buona educazione, la civiltà, il rispetto per il bene comune, mancano, risulta evidente che sia necessario intervenire nell’unico modo che il cittadino maleducato conosca: ovvero attingendo al suo portafoglio, con ripercussioni benefiche, peraltro, sulle casse del Comune».
L’Amministrazione comunale rivolge un sentito ringraziamento a quanti lavorano ogni giorno per la bonifica delle emergenze in essere, all’associazione di protezione ambientale L.I.D.A. (responsabile Pasquale Turano), e alla Polizia Locale per le attività di controllo.
Un grazie di cuore l’Amministrazione rivolge anche a tutti quei cittadini che collaborano attivamente e che ci aiutano a monitorare il territorio con le loro segnalazioni.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners