Crotone, una stagione per crescere in serie A

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Crotone, una stagione per crescere in serie A Source: Wikimedia

“Scusateci se siamo rimasti in serie A”. È la frase che un dirigente del Crotone ha scritto su un cartello al termine dell'ultima gara dello scorso campionato vinta per 3 a 1 con la Lazio. Risultato che ha ufficialmente certificato la permanenza della squadra di Davide Nicola in Serie A. Un vero e proprio miracolo sportivo arrivato a un anno dalla storica promozione nella massima serie e che pone le basi per un 2017/2018 pieno di speranza.
Nei giorni in cui l'allenatore ha portato a termine il suo fioretto – andare in bicicletta da Crotone a Torino a salvezza acquisita – la dirigenza rossoblù ha iniziato a lavorare per allestire una rosa ancor più competitiva per la prossima stagione. Quello 2016/2017 resterà comunque un campionato indimenticabile: ultimi al termine del girone d'andata, i ragazzi di Nicola sono stati protagonisti di una storica rimonta che li ha visti raggiungere la matematica salvezza all'ultima giornata.

Il segreto è stato quello di crederci sempre e non mollare. Una voglia e una dimostrazione di carattere che, domenica dopo domenica, hanno convinto tutti: dai tifosi ai dirigenti fino alle quote di BetStars che nel girone di ritorno consideravano il Crotone come una delle squadre con più chance di rimanere in Serie A. Un'impresa che ha ricordato quella della Reggina di Mazzarri e che ha tenuto con il fiato sospeso milioni di appassionati di calcio in tutta Italia.
Archiviata la soddisfazione è il momento di programmare il prossimo campionato. Obiettivo numero uno ancora quello della salvezza, meglio se conquistata con qualche giornata di anticipo. La concorrenza sarà ancora più agguerrita con le neo-promosse Spal, Verona e Benevento pronte a dare battaglia. La dirigenza ha iniziato a sondare i primi nomi per rinforzare la rosa in tutti i reparti. In attacco è arrivata nelle ultime ore l'auto-candidatura di Antonio Floro Flores, attaccante napoletano con anni di esperienza in Serie A e quest'anno al Bari nella categoria cadetta. Reduce da una stagione con i pugliesi povera di soddisfazioni (solo 4 reti all'attivo), Floro Flores è in cerca di una piazza per rilanciarsi e impreziosire gli ultimi anni di carriera. Il profilo preferito per il reparto offensivo resta quello dell'ex Ante Budimir, in uscita dalla Sampdoria e indimenticato protagonista nell'anno della promozione. Le parti sembrano molto vicine con il calciatore felice di tornare e le dirigenze ben intenzionate a chiudere l'operazione. In entrata a centrocampo è molto calda la pista che porta a Filippo Bandinelli, mezzala classe '95 ex Fiorentina e nelle ultime due stagioni a Latina. Difficile vedere ancora in maglia Crotone il regista titolare Crisetig. Dopo il ritorno al Bologna per fine prestito, l'ex talento delle giovanili dell'Inter sarebbe finito nelle mire dell'Udinese e di alcuni club spagnoli.
Molto stretto il dialogo con il Sassuolo. Due i nomi al centro del dibattito, quello dell'esterno classe 1998 Claud Adjapong, molto gradito ai rossoblu, e quello di Marcello Trotta, quest'anno proprio a Crotone e che Davide Nicola vorrebbe ancora allenare. Ultimo tentativo di queste calde giornate quello per Daniele Verde, ala di proprietà della Roma, quest'anno in prestito all'Avellino.
Alla società sono stati proposti anche due giovani emergenti: Nedim Hadzic, giovane bosniaco inserito nei 100 migliori talenti a livello europeo e Berat Djimsiti, di proprietà dell’Avellino e nell’ultima stagione in prestito all’Atalanta. In probabile uscita Davide Falcinelli, capocannoniere di squadra nell'ultima stagione, finito nelle mire della Sampdoria che potrebbe puntare proprio su di lui per rimpiazzare Schick, passato alla Juve. In caso di cessione il Crotone è pronto ad aprire la trattativa per il giovane talento Cerri, centravanti del Pescara e dell'Under 21.
 Il Crotone ha iniziato con il giusto anticipo la programmazione della prossima stagione. Una stagione che lo vedrà ancora impegnato nella lotta salvezza ma con un anno di esperienza accumulata, fondamentale a questi livelli. I tifosi si augurano che Nicola sia costretto a fare un’altra lunga pedalata la prossima estate.

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners