A Luzzi il Carnevale riporta in vita tradizioni e musiche in mezzo ai colori delle maschere

A Luzzi il Carnevale riporta in vita tradizioni e musiche in mezzo ai colori delle maschere

LUZZI - Un vero e proprio successo per il “Carnevale Luzzese” organizzato dalla Pro Loco “La terra dei Lucij”. Dopo la serata di sabato, dedicata alla tradizionale “Supprissatara più bella” che vede gruppi di suonatori attraversare le vie del paese intonando canti augurali, ieri è stata la volta della grande sfilata di maschere e carri organizzata in collaborazione con tutte le scuole del territorio. Centinaia di bambini e ragazzi, infatti, hanno sfilato per le strade cittadine tra suoni, coriandoli e tanta allegria per poi raggiungere l’anfiteatro dove si sono susseguiti balli e danze all’insegna del divertimento e della spensieratezza.

“A nome di tutti i soci della Pro Loco e del suo consiglio di amministrazione -evidenzia il presidente Vincenzo Garofalo- ringrazio i dirigenti scolastici Tina Iannuzzi e Umile Montalto, la responsabile della Scuola Paritaria dell’Istituto Sant’Antonio Suor Giancarla Dima per aver contribuito alla realizzazione di questa prima manifestazione del carnevale organizzato dalla Pro Loco di Luzzi. Un ringraziamento a tutti i docenti, alle scuole di danza Dirty Dancing, A.S.D Sette Note, Arte Danza Vaganova, alla Balloon Magic Party, il sindaco e la BCC Mediocrati per il patrocinio gratuito concesso. La nostra associazione -aggiunge senza non poca soddisfazione Garofalo- è nata da pochissimi mesi ma si è presentata già al territorio con diverse manifestazioni, ma oggi per noi è motivo di orgoglio e di soddisfazione aver coinvolto tutte le scuole del territorio, e questo grazie all’impegno, soprattutto dei dirigenti scolastici”. Per il presidente della Pro Loco quella di ieri è stata una manifestazione di allegria e di colori. “Il carnevale -dice- tuttavia è sì divertimento ma è anche tradizione. La nostra associazione è nata per recuperare quel ricco bagaglio culturale e di tradizioni che ha il nostro paese. E’ stata sempre nostra ferma convinzione che tutte le manifestazioni belle ed importanti si possono organizzare con le scuole, perché esse hanno, oltre che alle capacità organizzative anche quelle preziose risorse umane che sono i nostri allievi. E stamattina (ieri per chi legge, ndc) questa partecipazione di tanti alunni lo dimostra e ci sprona a continuare nella nostro lavoro. Credo che sia importante che la nostra associazione cerchi la collaborazione con le scuole, perché’ l’associazionismo, insieme ad altri Enti ed istituzioni del territorio, rappresenta quell’anello necessario alle scuole per costruire un piano integrato dell’offerta formativa”.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners