Fermati sulla S.S. 106 nascondono hashish e cocaina nella bocchetta di ventilazione dell’auto ed in casa In evidenza

Fermati sulla S.S. 106 nascondono hashish e cocaina nella bocchetta di ventilazione dell’auto ed in casa

VILLAPIANA - TREBISACCE(CS) - I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro nella notte di ieri hanno tratto in arresto due ragazzi un 28enne ed un 26enne per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

I fatti raccontano che durante un posto di controllo lungo l’arteria stradale s.s. 106 radd. i militari della Stazione di Trebisacce unitamente a quelli della Tenenza di Cassano intimavano l’alt ad una Mercedes Classe B con due ragazzi a bordo. Il guidatore era una vecchia conoscenza dei militari, arrestato fra l’altro pochi giorni fa perché trovato in possesso di diverse dosi di cocaina e da subito si mostrava insofferente al controllo. Visto i precedenti per droga di entrambi i ragazzi, i militari facevano scattare una perquisizione veicolare e personale, che dava i frutti sperati. Infatti all’interno del cruscotto del veicolo e precisamente dietro la bocchetta di ventilazione, dopo averla rimossa, venivano trovati perfettamente celati due panetti di hashish del peso totale di 200 grammi. La perquisizione personale, invece, dava esito negativo. Considerato l’ingente quantitativo trovato, si decideva di estendere le attività di polizia giudiziaria presso le abitazioni dei due giovani, site a Villapiana e Trebisacce. All’interno della prima, in una scatola metallica nascosta nell’armadio della camera da letto del 26enne venivano trovate 14 dosi di cocaina già confezionate del peso complessivo di circa 9 grammi, un bilancino di precisione per la pesatura della sostanza, diverso contante e materiale per il confezionamento. Nella seconda, invece, all’interno del comodino della camera da letto del 28enne veniva rinvenuta una busta contenente circa 14 grammi di sostanza da taglio e successivamente nella abitazione della compagna del giovane venivano trovati ulteriori 5 grammi della medesima sostanza ed un’agendina con diversi appunti verosimilmente appartenenti alla “contabilità” sulle cessioni di sostanza stupefacente e sui crediti vantati verso gli assuntori. Tutto il materiale e la sostanza rinvenuti venivano sottoposti a sequestro penale, in attesa della perizia chimica presso il L.A.S.S. di Vibo Valentia. I due ragazzi, D.G.D. 28enne di Trebisacce e S.A. 26enne di Cassano all’Ionio, d’intesa con la Procura della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal Dott. Eugenio Facciolla, venivano tratti in arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti e tradotti presso la Casa Circondariale di Castrovillari a disposizione dell’A.G.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners