Redazione

Redazione

URL del sito web:

Integrazione sociale nella villa confiscata alla criminalità cassanese

CASSANO - (Comunicato stampa) Nella villa dei Forastefano, uno dei beni confiscati dallo Stato alla criminalità organizzata il 2010, il comune di Cassano All’Ionio, insedierà un Centro Diurno e/o un Centro per il “Dopo di Noi”. Sarà una struttura destinata alla promozione umana e all’integrazione sociale delle persone svantaggiate, allo sviluppo di opportunità occupazionali per i giovani del territorio e alla diffusione della cultura della legalità anche in ambito economico. Lo ha deciso l’esecutivo municipale, riunitosi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistito dal segretario generale, Antonio Fasanella, che nell’occasione ha discusso e deliberato, tra l’altro, la manifestazione di interesse, con la quale ha, infatti, disposto l’acquisizione al patrimonio indisponibile dell’ente locale, per poi utilizzarlo per fini sociali, del bene confiscato dallo Stato a Vincenzo Forastefano, presunto titolare e Tunno Maddalena, quale intestataria.

ATLETICA - De Stefano compie l'impresa, 112km in 12 ore

CASTROVILLARI - Nuova impresa sportiva per la ultramaratoneta dell'Asd CorriCastrovillari, Daniela De Stefano. Alla gara nazionale valevole per il campionato IUTA in dodici ore di gara l'atleta della società sportiva, presieduta da Gianfranco Milanese, chiude al sesto posto in classifica generale che le vale il secondo posto di categoria. Centosedici chilometri che tradotti su pista sono 290 giri in corsia interna.
Sull'impianto di atletica leggera di San Giovanni Lupatoto (Verona) la ultramaratoneta fa segnare un altro record, aver percorso in un anno di gare ufficiali oltre mille chilometri, che sottolineano il carattere competitivo della campionessa castrovillarese che ha regalato tanti successi alla sua scuderia.

L'associazione Volontari Ospedalieri festeggia 20anni di attività

CASTROVILLARI - Sabato 16 settembre l’AVO – Associazione Volontari Ospedalieri di Castrovillari festeggia 20 anni di attività. Nell’occasione ha organizzato il convegno “L’AVO guarda al futuro. Le tre R: rinnovare, rimotivare, rigenerare” che si terrà al Protoconvento Francescano di Castrovillari. Si tratta di un traguardo importante e significativo nel percorso di crescita dell’associazione, che opera nell’ospedale della città del Pollino, e che guarda al futuro con entusiasmo e voglia di fare.
Ad oggi l’AVO di Castrovillari conta 120 soci, di cui 90 attivi e offre diversi servizi gratuiti come il servizio in corsia accanto ai malati, quello di accoglienza, il Re-Call (richiamata telefonica per l’abbattimento delle liste d’attesa) e il trasporto del cordone ombelicale. Mediamente, all’anno, sono 11mila le ore di attività dei volontari impegnati in nosocomio.

Adeguamento sismico: iniziati i lavori al Comune di San Basile

SAN BASILE - La sede dell'amministrazione comunale e degli uffici rivolti al pubblico secondo le nuove disposizioni che riguardano i piani di Protezione Civile si rifà il look aumentando il grado di sicurezza.
Grazie ad un finanziamento della Regione Calabria per l’ammontare di 600mila euro l'amministrazione guidata dal Sindaco, Vincenzo Tamburi, ha dato il via ai lavori che riguarderanno l'adeguamento sismico del palazzo, la ristrutturazione degli uffici, e la sistemazione degli ambienti esterni.

La cippolla bianca un prodotto fortemente identitario per Castrovillari

CASTROVILLARI - «I produttori hanno custodito nel tempo la Cipolla Bianca di Castrovillari e, grazie a loro, ancora oggi, si coltiva su piccoli appezzamenti di terreno in C/da Jardini nel Comune di Castrovillari». Lo scrive Luigi Gallo dell'Arsac Pollino – Castrovillari che aggiunge: «Dalle nostre indagini risulta, tra l’altro, che nel secolo scorso, fino agli anni “70, questa Cipolla, rappresentava per Castrovillari una importante fonte di reddito. Attualmente, si calcola un reddito lordo pari a circa 12000,00 (dodicimila) euro per ettaro di terreno coltivato a Cipolla Bianca di Castrovillari. La produzione di questo ecotipo di cipolla non richiede grandi investimenti ma solo le anticipazioni colturali.

Pregiudicato con problemi psichici tenta di aggredire sanitari con un coltello

SAN SOSTI – (Comunicato stampa) Nella serata di ieri 12.09.2017, alle ore 20.00 circa, in San Sosti, i militari della locale stazione carabinieri, a seguito di richiesta di intervento di alcuni passanti, si portavano in Via Piano della Fiera all’altezza del bar “San Pio”, poiché tale G. E. 38enne del posto, con precedenti penali per reati contro la persona, versava in stato di evidente alterazione psico–fisica, minacciando i presenti per futili motivi. Nella circostanza, gli operanti riuscivano a calmare momentaneamente il 38enne, mediante opera di persuasione, ma questi, all’avvicinarsi del personale medico del 118 che nel frattempo era stato allertato dai militari intervenuti, si alterava nuovamente, cercando di aggredire il medico con un  coltello a scatto, marca “ stainless”, lungo 20 cm di cui 9 cm di lama, che estraeva improvvisamente dalla tasca anteriore destra del pantalone.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners