Redazione

Redazione

URL del sito web:

Controlli serrati dei Carabinieri sullo Jonio: arresti, denunce e sanzioni

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s

CORIGLIANO CALABRO – Le ultime 24 ore a Corigliano Calabro sono state all’insegna dei controlli a 360°. Nello specifico i militari della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro da venerdì sera fino a sabato notte hanno effettuato perquisizioni, controlli stradali rinforzati, applicato le ordinanze comunali contro le meretrici, anche mediante l’ausilio in volo garantito da un velivolo dell’8^ Nucleo Elicotteri Carabinieri di Vibo Valentia, che ha supportato i militari impegnati via terra.

0
0
0
s2smodern

Girava conuna pistola nel marsupio illegalmente, arrestato 58enne a Cassano

0
0
0
s2smodern

CASSANO ALL’IONIO – Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto un uomo per il reato di porto abusivo di un arma comune da sparo.
Nello specifico i militari della Tenenza di Cassano all’Ionio effettuavano un controllo presso l’abitazione ai sensi dell’art. 38 T.U.L.P.S. presso la casa di un italiano sita in Contrada Bruscata Piccola, per controllare che detenesse secondo i criteri imposti dalla legge le armi dichiarate.

0
0
0
s2smodern

A San Marco la Fontana di Sikelgaita di San Marco Argentano si tinge di viola

0
0
0
s2smodern

SAN MARCO ARGENTANO - Il 19 maggio si celebrerà il World IBD Day – Giornata Mondiale delle malattie infiammatorie croniche dell’intestino (MICI) – e i monumenti di 40 città italiane, come quelli di altri 50 paesi nel mondo, saranno illuminati di viola (colore simbolo di queste patologie) per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sulla condizione delle persone che convivono con la malattia di Crohn e la colite ulcerosa.  

0
0
0
s2smodern

Gallo su ambulanze del 118: "Si garantiscano i medici a bordo"

0
0
0
s2smodern

COSENZA - «La Calabria rischia di ritrovarsi con sempre più ambulanze senza medico a bordo».
Lo sottolinea il consigliere regionale Gianluca Gallo, all’indomani del grido d’allarme lanciato, a livello nazionale, dal presidente del Sis 118, Mario Balzanelli. «Già a fine Aprile – ricorda l’esponente della Cdl – avevo sollevato perplessità sulle decisioni dell’Asp di Cosenza di ridurre il numero dei medici a disposizione del 118, creando così scompensi in molti centri dell’alto Ionio, come ad esempio Cassano, dove il distaccamento di detto personale ad altri compiti e sedi ha portato ad un sostanziale depauperamento del servizio sin qui egregiamente garantito dalla Pet cassanese, con una media di 1.300 interventi annui che al momento ricadono sulle spalle di due soli medici e di altri loro colleghi a seconda delle situazioni inviati a Cassano alla fine dei loro turni presso le strutture ospedaliere nelle quali sono dislocati».

0
0
0
s2smodern

Associazioni in protesta: "Riabilitazione intensiva fisiatrica non si tocca"

0
0
0
s2smodern

CASTROVILLARI – Si riaccendono i riflettori sulla delicata questione dell'ospedale di Castrovillari, ormai sempre più depauperato di servizi. Infatti, a scuotere gli animi ci ha pensato il Comitato territoriale delle Associazioni per la tutela della salute e dell’Ospedale di Castrovillari che, con una lettera aperta indirizzata al Commissario Massimo Scura, al Direttore Generale Asp di Cosenza, Raffaele Mauro, e al sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, chiedono spiegazioni sulla questione “Posti Letto di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica”.

0
0
0
s2smodern

Allontanato di casa per maltrattamenti in famiglia

0
0
0
s2smodern

CORIGLIANO ROSSANO - Il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Rossano hanno eseguito, la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare ed il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima nei confronti di M.A. di anni 34 pakistano, per il reato di maltrattamenti in famiglia, richiesta dal Sig. Procuratore della Repubblica presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Castrovillari dott. Eugenio FACCIOLLA e disposta dal G.I.P. presso il Tribunale di Castrovillari dott. Luca COLITTA.
La vittima, da circa sette anni subiva maltrattamenti reiterati, consistenti in atti di violenza, fisica, psicologica con ingiurie e offese verbali, minacce di morte.

0
0
0
s2smodern
Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners