Migranti sbarcati a Corigliano già smistati, restano i minori

CORIGLIANO - Sono 309, di cui 278 uomini 31 donne, i migranti sbarcati ieri (mercoledì 19 aprile) al porto di Schiavonea con la nave VOS HESTIA. A bordo c’erano 7 donne in gravidanza e 22 minori non accompagnati (4 ragazze e 18 ragazzi). Affidati, come previsto dalle norme, al Sindaco Giuseppe GERACI sono rimasti 14 minorenni incluse le 4 ragazze che potranno riceve assistenza anche dal centro anti violenza cittadino. Gli altri sono stati trasferiti nelle uniche due strutture che hanno confermato la disponibilità: 5 a Cropani (Catanzaro) e 3 a Rossano.

Sbarcati a Corigliano 309 migranti

CORIGLIANO - Non si arresta la massiccia ondata di sbarchi nello Jonio. Giornata intensa anche a Corigliano Calabro (CS) dopo i salvataggi dei giorni scorsi a Vibo Valentia.
Circa 309 migranti sono approdati questa mattina intorno alle ore 13.00 a bordo della nave “Von Hestia”, di Save the Children al porto di Corigliano Calabro dopo un salvataggio effettuato nel giorno di Pasqua in acque mediterranee da una nave tedesca.

"Una vita da Social", domani a Corigliano il truck della Polizia

CORIGLIANO - Al via la 4A edizione di “Una vita da social” con #unaparolaeunbacio nell’ambito della manifestazione “Montecitorio A Porte Aperte”, alla presenza della Presidente della Camera On. Laura Boldrini.
L’evento di lancio del progetto sarà accompagnato dalla proiezione del docufilm cuori connessi all’interno della Sala della Lupa di Motecitorio.
La campagna educativa itinerante della Polizia di Stato sui temi dei social network, del cyberbullismo, dell’adescamento online e sull’importanza della sicurezza della privacy, sosterà in circa 47 città sul territorio nazionale ed europeo.

CALCIO ECCELLENZA - Finisce in pari il match fra Corigliano e Siderno

  • Pubblicato in Calcio

CORIGLIANO - Finisce senza vincitori ne vinti la sfida tra Corigliano e Siderno. Lo scontro diretto, valevole la ventottesima generale d’Eccellenza calabrese, termina con un risultato ad occhiali a margine di una gara maschia e a tratti nervosa. E se le occasioni più ghiotte sono ad appannaggio dei reggini, i coriglianesi recriminano per essere rimasti in dieci per settantacinque minuti di gioco. Causa, in effetti, l’espulsione ai danni di Carrozza, considerata troppo eccessiva come punizione, ancora una volta i biancazzurri hanno dovuto fare di necessità virtù. Azione incriminata un rimbalzo di palla toccato di mano dallo stesso numero tre dei locali.

Trentenne coriglianese arrestato per detenzione di materiale pedopornografico

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) Nei giorni scorsi un giovane di Corigliano Calabro, M.P. di 30 anni, è stato arrestato dalla Polizia di Stato perché trovato in possesso di un'ingente quantità di materiale pedopornografico.
Oltre 270 files di video e foto di natura pornografica, realizzati con l’utilizzo di minori, sono stati infatti rinvenuti presso la sua abitazione, celati abilmente nella memoria dell’hard disk di un personal computer, sequestrato dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Cosenza e di Catanzaro a seguito di una perquisizione locale e su sistemi informatici disposta nei suoi confronti dalla Procura della Repubblica di Roma, per i reati di cui agli artt. 600ter e quater c.p. (pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico).

CALCIO ECCELLENZA - Finisce 0-0 lo scontro fra il Corigliano e Scalea

  • Pubblicato in Calcio

CORIGLIANO - Preziosissima unità in chiave salvezza per il Corigliano che pareggiando a Scalea, per 0 a 0, tocca quota 31 e resta in zona franca seppur con un segmento di vantaggio sulla zona play-out. Dopo un lungo digiuno esterno, Granata e compagni tornano ad infilare un risultato positivo lontano dalle mura amiche perseguendo la permanenza diretta nel massimo torneo dilettantistico regionale. La squadra di mister Aita, in realtà, sfiora anche il colpaccio in riva al tirreno andando vicino alla rete almeno in due nette occasioni.

Individuati a Corigliano scarichi reflui urbani non a norma

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) A seguito di un controllo per la tutela dei corsi d’acqua pubblici, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Corigliano hanno individuato tre scarichi di reflui urbani nel Comune di Corigliano, nelle località Cerria, Ospedale e Iacina. I tre scarichi, in violazione alla normativa, immettono le acque reflue direttamente sul suolo, fino ad arrivare a confluire nei torrenti “Coriglianeto” e “Lecco” del comune ionico procurando in questo modo il danneggiamento dei corsi d’acqua pubblici.

CALCIO ECCELLENZA - Il Corigliano batte il Reggio per 1-0 e va fuori dalla zona pericolo

  • Pubblicato in Calcio

CORIGLIANO - Un Corigliano cinico batte di misura il Reggiomediterranea, nello scontro diretto salvezza casalingo, conquistando tre punti d’oro. Nella gara valevole la ventiseiesima generale d’Eccellenza, la squadra di mister Aita con il successo maturato balza nuovamente fuori la zona play-out toccando quota 30 a pari merito col Gallico Catona. Con un segmento di vantaggio sulla zona calda, Granata e compagni riprendono il vento in poppa per puntare verso lidi più tranquilli e soprattutto verso la permanenza finale. Proprio le fastidiose raffiche hanno disturbato la disputa tra coriglianesi e reggini che per gran parte dei novanta minuti si sono equivalsi. Il duello, infatti, taccuino alla mano ha offerto ben poco in termini di spunti e conclusioni su entrambi i fronti.

Non hanno ancora un nome i resti umani rinvenuti nello Jonio

CORIGLIANO - Non ha ancora un nome il cranio rinvenuto lo scorso 16 marzo al largo dello Jonio. Le indagini proseguono a ritmo serrato, ma risalire all’identità dei resti umani rinvenuti appare estremamente difficile.
Dopo un primo esame sui resti, effettuato dal medico legale Trotta, il cranio è attualmente custodito presso l’obitorio di Corigliano Calabro.
L’ipotesi che si tratti del trentottenne materano scomparso mesi fa nella zona di Rocca Imperiale durante una pescata, sembra essere la più accreditata. Per il momento nessuna pista resta esclusa. I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro stanno effettuando indagini anche sulle denunce di persone disperse nella zona pervenute negli ultimi mesi.

Dopo il ritrovamento del cranio nello Jonio continuano le indagini

CORIGLIANO - Continuano le indagini sul ritrovamento di resti umani al largo di Rocca Imperiale nello Jonio cosentino. Dopo la macabra scoperta di un cranio rinvenuto dall’equipaggio del peschereccio “Nicola Andrea” di Trebisacce non si è ancora giunti ad una svolta. Ricordiamo che i pescatori Andrea e Nicola Guttieri e Raul Bentivenga, hanno pescato il cranio tirando a bordo le reti del loro peschereccio la mattina del 16 marzo, avvisando tempestivamente la Capitaneria di porto di Corigliano Calabro. Con loro sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro che stanno dirigendo le indagini.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners