L’assessore regionale Corigliano ha presentato a Fagnano il Bando sui borghi

FAGNANO CASTELLO - Il borgo montano dell’Esaro ha un centro storico di grande interesse che può diventare ancora più “dignitoso”. Tra le sue peculiarità c’è anche un’area S.i.c. (acronimo di Sito d’interesse comunitario) con ben cinque laghi naturali all’interno dell'area verde del Parco di Monte Caloria, alcuni importanti palazzi gentilizi, una tradizione artigiana come quella dei siedai, è la “città del castagno” ed ha un’ottima tradizione enogastronomica.

Sopralluogo di Sorical sulla frana del 7 maggio a Malvito

MALVITO - La mezza alluvione di contrada Atera dello scorso 7 maggio, a seguito della rottura di una delle due condotte dell’acquedotto Abatemarco, provocò una consistente frana con la china di fango e detriti nella quale rimase ferita una persona e causò lo sgombero d’alcune abitazioni. A distanza di quattro mesi, il commissario di Sorical, Luigi Incarnato, ha effettuato un sopralluogo sul posto illustrando al sindaco, Pietro Amatuzzo, i tempi per la messa in sicurezza.

Diga Esaro, incontro a Catanzaro sul futuro dell’opera

S. AGATA D’ESARO - Dovrebbe esserci un nuovo spiraglio per la riapertura dei cantieri della Diga sull’Alto Esaro. Il presidente della Regione Mario Oliverio l’ha più volte ripetuto nelle sue visite in zona e – a tale proposito – nei giorni scorsi ha incontrato, presso la Cittadella regionale, il sindaco di Sant'Agata di Esaro, Luca Branda, in rappresentanza anche di Pietro Amatuzzo (primo cittadino di Malvito), e di Domenico Tolve, ex sindaco dal 1995 al 2004 ed attuale membro del tavolo unitario permanente istituito per la Diga.

Abatemarco risorsa che dall’Esaro arriva in città

SAN MARCO ARGENTANO  - Tra i venticinque comuni serviti dall’acquedotto Abatemarco, ben nove appartengono al più ristretto territorio dell’Esaro. Partendo da San Donato di Ninea, dove c’è la sorgente “Nascejume”, le condutture passano per Altomonte, San Sosti, Mottafollone, Sant’Agata d'Esaro, Malvito, Santa Caterina Albanese, Roggiano Gravina e San Marco Argentano, centro un po' capofila del comprensorio, per poi immettersi nella valle del Crati e raggiungere l’Università, l’area urbana e quindi la città capoluogo.

La maggioranza di Roggiano rinnova la fiducia al sindaco Iacone

ROGGIANO GRAVINA  - La maggioranza di “Rinascita democratica” si stringe attorno al suo sindaco. Ignazio Iacone, primo cittadino rieletto il 6 giugno del 2016, ha avuto la conferma della fiducia da parte del suo gruppo. Si è in sette, sindaco compreso, e con questo numero si andrà avanti non sapendo, oltretutto, quali posizioni assumerà l’ex vicesindaco revocata nei giorni scorsi. In attesa di ciò, i sei consiglieri rimasti al fianco del sindaco hanno sottoscritto un documento nel quale attestano la loro stima.

San Marco, dipendente disabile chiede maggiori attenzioni

SAN MARCO ARGENTANO - Situazione alquanto delicata quella che si starebbe verificando al Comune sanmarchese, specie perché segnalata da un dipendente disabile che presta la propria attività lavorativa presso l’Ente locale. L’uomo, 45enne, si è già rivolto ad un proprio legale per denunciare alcuni presunti soprusi ed il sindaco Virginia Mariotti, ricevuta la missiva, cerca di gettare subito acqua sul fuoco: «Faremo di tutto per accogliere le richieste d’una persona che certamente non può essere discriminato da nessuno».

Presentato anche in terra d'Arberia il volume di Damiano Salerno

SANTA CATERINA ALBANESE - Meravigliosa serata quella appena trascorsa in contrada Sant'Agata di San Demetrio Corone. È stato, infatti, presentato l’ultimo lavoro librario di Damiamo Salerno, denominato non a caso il “Poeta della Valle dell’Esaro” intitolato “Gocce di rugiada nel deserto”.

Domani ordinazione presbiterale al Duomo di San Marco

SAN MARCO ARGENTANO - Il diacono Giuseppe Fazio sarà ordinato presbitero dal Presule della diocesi di San Marco Argentano – Scalea, monsignor Leonardo Bonanno. L’evento è in programma domani, venerdì 14 alle 17,30, presso la Cattedrale sanmarchese. Giuseppe, 26 anni, proviene da una laboriosa famiglia di Cetraro, è entrato a 16 anni nel Seminario diocesano per conseguire la maturità classica.

San Marco, nascosta la possibile Unione con Cervicati

SAN MARCO ARGENTANO - «Il Comune nasconde le carte e, di conseguenza,  il futuro ai suoi cittadini». L’esternazione “con estremo rammarico” arriva dal consigliere di minoranza Paolo Cristofaro che ne spiega le ragioni. «Nelle scorse settimane abbiamo appreso da parte d’alcuni colleghi consiglieri di Cervicati che è stata avviata ed è in corso di valutazione la procedura d’unificazione con San Marco Argentano».

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners