Riconoscimento a Uniarb dal presidente del Kosovo

ROTA GRECA - Importante riconoscimento per Uniarb dal Presidente della Repubblica del Kosovo, Hashim Thaci. Nel corso della sua visita in Calabria, Hashim Thaci ha decorato l'Unione Nazionale delle Associazioni Arbëreshe con la “Medaglia Presidenziale dei Meriti” per il “contributo allo sviluppo dell'educazione della lingua madre e la tutela della cultura arbëreshe”. Il riconoscimento è stato consegnato a S.Demetrio Corone alla presidente di Uniarb, Rose Marie Surace, che al Capo di Stato del Kosovo ha rappresentato una realtà arbëreshe in evidente difficoltà dopo più di cinque secoli e mezzo di stanza in Italia.

Tanta partecipazione alla Passione Vivente di Rota Greca

ROTA GRECA – Strade e vicoli, angoli e spiazzi, fino al luogo dove, al calar della sera, si è innalzata la croce su cui Cristo ha redendo l’umanità. Da tre anni, ormai, a Rota Greca, si lavora con grande impegno alla realizzazione della Passione Vivente. Ed anche per la terza edizione, tenutasi domenica pomeriggio sotto la regia impeccabile di Annalisa Chiodo, è stato un grande successo. Tantissimi i figuranti che hanno inscenato con molta bravura e non poco coinvolgimento emotivo le ultime ore di vita terrena di Gesù (interpretato per il terzo anno consecutivo da Redentore De Fiore), ridando voce alle parole dei vangeli.

Caccia ai cinghiali, cacciatori contro i selecontrollori

ROTA GRECA - No ai selecontrollori di cinghiali nel comprensorio di Torano Castello. Lo chiedono i responsabili delle squadre di caccia al cinghiale di Mongrassano, Cerzeto, San Martino di Finita, Rota Greca, Lattarico, San Benedetto Ullano e Torano Castello. Territori, questi, ricadenti tutti nell’Ambito Territoriale di Caccia CS 3. L’iniziativa che di intende intraprendere preoccupa non poco, infatti, i cacciatori dell’hinterland. Tra questi, in modo particolare, c’è Carmine Pellegrino di Rota Greca che assieme ai colleghi capisquadra dei paesi vicini ha deciso di sottoscrivere una lettera inviata alla Regione Calabria. L’utilizzo dei selecontrollori, appositamente formati, si renderebbe necessario per uscire dall'emergenza dovuta alla massiccia presenza di cinghiali che causa di danni alle colture e rischi per l'incolumità pubblica.

Non ce l'ha fatta l'anziano di Rota Greca

ROTA GRECA - Non ce l’ha fatta l’anziano di Rota Greca ritrovato in fondo ad un dirupo dov’era finito con la sua auto. Franco Maierà, 78 anni, era stato ritrovato dopo diverse ore grazie ad un accurato lavoro di intelligence messo in atto dai Carabinieri della Stazione di Lattarico. Dell’uomo si erano perse le tracce dal primo pomeriggio di martedì. Maierà si era diretto con la sua auto verso la frazione Regina di Lattarico per il disbrigo di alcune faccende presso un’officina. Per cause in corso di accertamento l’anziano avrebbe però perso il controllo della sua Fiat Panda 4x4 di colore verde, finendo rovinosamente in un dirupo nelle campagne di Regina.

Anziano finisce nella scarpata con la sua auto. Ora è ricoverato all'ospedale di Cosenza

ROTA GRECA - Brutta avventura per un anziano di Rota Greca che adesso si trova ricoverato in prognosi riservata all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Si tratta di Franco Maierà, 78 anni, originario di S. Martino di Finita e residente a Rota Greca. L’uomo, di cui si erano perse le tracce dal primo pomeriggio di martedì, è stato ritrovato dopo diverse ore grazie ad un accurato lavoro di intelligence messo in atto dai Carabinieri della Stazione di Lattarico. Maierà si era diretto con la sua auto verso la frazione Regina di Lattarico per il disbrigo di alcune faccende presso un’officina.

Suggestiva la rappresentazione della Passione vivente a Rota Greca

ROTA GRECA - Nonostante le condizioni meteo poco clementi , si è rivissuta anche quest’anno,  a Rota Greca, la “Passione di Cristo”. La rappresentazione degli ultimi giorni di vita di Gesù Cristo, messa in scena nel tardo pomeriggio del Sabato Santo,  è stato un racconto che,  pur iniziato sotto la pioggia,  non ha subìto interruzioni, rivelandosi così  partecipativo e profondamente toccante. Tutto ciò grazie all’impeccabile regia di Annalisa Chiodo e all’incessante lavoro degli organizzatori che hanno potuto contare anche sulla collaborazione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Albano.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners