Salite a undici le vittime della tragedia nelle Gole del Raganello

CIVITA - Sono salite purtroppo a undici le vittime della tragedia delle Gole del Raganello, a Civita nel Parco Nazionale del Pollino. Infatti, nella scorsa notte una delle persone rimaste ferite gravemente è deceduta all'ospedale di Cosenza in conseguenza di un trauma toracico. Questo ha riferito il capo della Protezione civile della Regione Calabria, Carlo Tansi. "Non ci conosce ancora precisamente il numero dei dispersi - ha aggiunto Tansi – ma alcuni sarebbero in difficoltà e per avere un quadro chiaro di chi manca all'appello ci vorrà ancora del tempo. La difficoltà è dovuta al fatto che gli escursionisti erano in gruppi sparsi. Molte segnalazioni sono pervenute nella notte al nostro numero verde della Prociv calabrese. Tutte le vittime sono state identificate e, al momento, le persone ricoverate sono undici e si trovano negli ospedali di Castrovillari quelli meno gravi e di Cosenza quelli più gravi (cinque) e uno a Rossano. Le ricerche non si sono mai interrotte e sono andate avanti tutta la notte. Con la luce del giorno sarà più facile procedere".

A Luzzi approda "Io non rischio 2017"

LUZZI - Le buone pratiche di Protezione Civile anche a Luzzi. Grazie all’associazione Prociv Tutela Civium, infatti, la campagna “Io non rischio 2017”, è approdata per la prima volta nella cittadina cratense. Un evento molto importante supportato dal Dipartimento nazionale di Protezione civile e dal Dipartimento della Regione Calabria, dalla BCC Mediocrati. L’iniziativa, altresì, ha visto la partecipazione dell’amministrazione comunale con la presenza, insieme ai volontari, del sindaco Umberto Federico.

Esaro, grosso incendio al confine tra Santa Caterina e Fagnano

S. CATERINA ALBANESE - Un incendio di grosse proporzioni è in corso da ieri pomeriggio al confine con Fagnano Castello. Le fiamme si sono propagate in un canalone che da Cozzo Pizzo va verso la frazione Joggi e oltrepassa la vallata attraverso un falsopiano in cui scorre il torrente Malosa. In quella zona ci sono anche alcuni campi di grano dove è appena avvenuta la mietitura ed è molto probabile che le fiamme siano partite da lì.

Maltempo, il fondamentale lavoro della Protezione Civile

SPEZZANO ALBANESE – L'ondata di gelo che ha colpito nei giorni scorsi il comprensorio di Spezzano Albanese non ha fermato i volontari dell'associazione di Protezione Civile Praesidium locale. Sono stati questi, infatti, in questi giorni di maltempo ad essere in moto con il pattugliamento del territorio del comprensorio soccorrendo più volte automobilisti in difficoltà.

Firmata convenzione con la ProCiv, a Cassano in arrivo 100mila euro per il ripristino dell'argine del Raganello

CASSANO - (Comunicato stampa) Il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso si è recato presso la sede dell’unità Operativa di Protezione Civile, sita a Germaneto di Catanzaro, per firmare, alla presenza del Dirigente dell’Unità Operativa della Protezione Civile Dott. Carlo Tansi, una convenzione che regola i rapporti tra la Regione Calabria – Dipartimento Presidenza – UOA Protezione Civile e gli Enti beneficiari dei “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici che nei giorni dal 29 Gennaio al 2 Febbraio 2015 hanno colpito il Territorio delle Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone e che nel periodo dal 22 Febbraio al 26 Marzo 2015 hanno colpito il territorio dei comuni ti Petilia Policastro in provincia di Crotone, di Scala Coeli e Oriolo Calabro in provincia di Cosenza e di Canolo  e Antonimina in provincia di Reggio Calabria”. Tra questi anche il Comune di Cassano All’Ionio.

Seminari formativi della ProCiv a Luzzi

LUZZI - Al via, a Luzzi, i seminari formativi promossi dall’associazione Prociv Tutela Civium, di cui è presidente Mario Altomare. Il primo incontro, tenutosi nella sala di rappresentanza del municipio, ha avuto come tema “I possibili compiti delle associazioni di volontariato nei diversi scenari legati all’evento sismico”. Dopo i saluti del sindaco Manfredo Tedesco e del responsabile comunale del settore Tutela del Patrimonio Francesco Stellato, sono intervenuti Francesco Citrigno, Francesco Grimaldi e Attilio Forciniti del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Cosenza e il responsabile Protezione Civile Regionale, Carlo Tansi.

Ore tese per il fiume Crati. Chiusa una strada a Tarsia

TARSIA – Sono ore di grande apprensione per il fiume Crati che, com'è noto, è esondato in più creando danni a colture e territorio. Nel comune di Tarsia la situazione non è da meno. Ieri, infatti, dopo l'intervento della Protezione Civile, il sindaco Roberto Ameruso ha emesso un'ordinanza di chiusura della strada dell'argine che collega con Tarsia i comune di Santa Sofia d'Epiro e Bisignano. La situazione per tutta la notte è stata tenuta sotto controllo considerata l'allerta meteo che ha interessato questo territorio nella giornata di ieri.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners