Lotta all'amianto, le denunce dell'Ona contro l'immobilismo della Regione

MONTALTO UFFUGO - (Comunicato stampa Ona) Un anno di iniziative, di tiri mandati a segno ma anche di porte chiuse in faccia. L’Ona Cosenza traccia così il bilancio del 2015 nell’assemblea dei soci che si è svolta il 19 febbraio corso. Un bilancio con molte luci ma anche, purtroppo, con qualche ombra.
Nonostante l’entusiasmo dei soci e l’attivismo delle due colonne portanti dell’associazione che si occupa della lotta all’amianto e delle problematiche ambientali connesse – il coordinatore provinciale Giuseppe Infusini e il commissario regionale Beniamino Falvo – ancora tante, troppe, sono le resistenze da parte di chi prima di tutti dovrebbe vigilare e agire a tutela della salute pubblica. Le zone d’ombra, denuncia infatti l’Ona, si trovano tutte nei palazzi del potere. Le istituzioni che, a parte qualche Comune volenteroso (sono 11 quelli che fino a oggi hanno aderito all’Osservatorio amianto), ancora mostrano il loro immobilismo.

Ambiente e salute, l'Ona incontra le scuole della provincia

MONTALTO UFFUGO – (Comunicato stampa) L’amianto ma anche i rifiuti ed il cibo. Sono questi i temi sui quali sui quali studenti ed esperti si sono confrontati sabato mattina nell’aula magna del liceo scientifico di Rogliano. Tre ore intense di dibattito sul filo conduttore della fondamentale equazione ambiente pulito= salute. L’incontro è il primo dei tre organizzati a febbraio dall’ONA (l’Osservatorio Nazionale Amianto) nelle scuole della provincia per presentare in corso d’opera i progetti legati all’educazione ambientale che si stanno portando avanti tra i banchi. Padrona di casa la dirigente scolastica Mariarosa De Rosa, che già da tempo ha aperto le porte all’associazione cosentina avviando un percorso di collaborazione che vede gli studenti protagonisti.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners