Confial in Prefettura per i problemi di Lsu/Lpu In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Confial in Prefettura per i problemi di Lsu/Lpu

COSENZA – (Comunicato stampa) L’O.S. CONF.I.A.L. (Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori) guidata a livello nazionale da Benedetto Di Iacovo, su richiesta ed a seguito di specifica convocazione del prefetto Giafranco Tomao, ha rappresentato, unitamente ad alcune RSU ed RSA dell’organizzazione, la problematica relativa ai lavoratori LSU/LPU impegnati nei Comuni della provincia ed in generale in Calabria e che sono in attesa che l’Autorità nazionale emetta i conseguenziali provvedimenti di copertura finanziaria per garantire la continuità dei contratti a tempo determinato in essere ed in scadenza al 31/12/2016 anche per il prossimo anno.

Il rappresentante dell’O.S. CONFIAL, Benedetto Di Iacovo, ha quindi consegnato una scheda sintetica contenente in dettaglio la problematica rappresentata, chiedendo che la stessa venga inoltrata agli organi competenti a risolvere la questione anche al fine di evitare possibili turbative dell’ordine pubblico, atteso che nella discussione in atto per la definizione della legge di stabilità, al momento non c’è traccia dei 50 milioni necessari per il completamento dei processi di stabilizzazione che dovranno vedere la proroga, anche per il 2017, degli attuali contratti a tempo indeterminato in corso presso quasi tutti gli Enti locali calabresi.
La dott.ssa Tarsia, Capo di Gabinetto, anche in nome e per conto del prefetto Tomao, ha assicurato che il documento verrà trasmesso all’Autorità governativa competente ed alla Regione Calabria, affinché quest’ultima, tra l’altro, fermo restando che ha già comunicato la volontà della copertura finanziaria dei 38 milioni di sua competenza, per la qual cosa la CONF.I.A.L. gli ha dato atto, la stessa attivi un tavolo permanente di confronto con tutte le OO.SS. che si occupano della problematica, ivi compresa l’O.S. CONF.I.A.L., al fine di poter monitorare i diversi comportamenti e far si che nelle decisioni vengano ad essere coinvolte tutte le organizzazioni sindacali che rappresentano questi lavoratori.
A margine della riunione, Benedetto Di Iacovo, leader nazionale della CONF.I.A.L., che ha guidato la delegazione e condotto le trattative, visibilmente soddisfatto, si è così espresso:
"abbiamo inteso discuterne per primo con la prefettura di Cosenza, poiché in provincia di Cosenza si ritrova il carico più gravoso per n. di lsu/lpu di tutta la regione. Per questo voglio ringraziare S. E. il Pref. G. Tomao per la sensibilità e la celerità della convocazione, nonché la Dott. Tarsia ed il Dott. Rovito per l'attenzione e la disponibilità, ma nei prossimi giorni interesseremo le restanti prefetture che hanno un carico di questi lavoratori. Un ringraziamento al presidente Mario Oliverio per avere confermato la sua volontà a sostenere con 38 milioni questa importante fase di stabilizzazione dei lavoratori.
La vertenza ha carattere regionale ed ha due diversi interlocutori: la regione che, per come detto, ha riconfermato la disponibilità alla copertura dei 38 milioni di sponda regionale; mancano quelli del governo, 50 milioni, per coprire l'anno 2017 e portare al 31/12/2017 gli attuali contratti a tempo indeterminato in scadenza, creando così le condizioni per una effettiva, successiva, stabilizzazione di tutti questi lavoratori sfruttati da un ventennio dai Comuni ed altri Enti".

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners