Rifiuti a San Lorenzo del Vallo, coppia di coniugi accusati di bancarotta fraudolenta

ALTOMONTE - La Guardia di Finanza di Castrovillari ha dato esecuzione a una ordinanza di misure cautelari personali e contestuale sequestro preventivo di beni mobili ed immobili, emesse dal Tribunale di Castrovillari nei confronti di B.M., di anni 46, e B.A., di anni 40, coniugi, entrambi di Altomonte, accusati dei reati di bancarotta fraudolenta documentale e distrattiva.
L’attività eseguita oggi rappresenta l’epilogo di una complessa indagine espletata dalle Fiamme Gialle su delega della Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Castrovillari, coordinata dal Procuratore Capo Dott. Eugenio Facciolla e diretta dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dott.ssa Angela Continisio.

Atti sessuali con minorenne, arrestato 22enne di San Lorenzo del Vallo

SAN LORENZO DEL VALLO – È finito in manette nella giornata di oggi un giovane 22enne di San Lorenzo del Vallo con l'accusa di atti sessuali con una minorenne. I fatti si sarebbero svolti la scorsa estate presso un villaggio turistico situato nella costa cilentina dove il ragazzo lavorava come animatore turistico. Stando alle indagini svolte dai carabinieri della Compagnia di Sapri, guidata dal Capitano Michele Zitiello, il giovane sanlorenzano aveva avuto il lavoro durante l'estate in questo villaggio del Cilento. Qui, durante le attività ricreative e di mini club, il giovane avrebbe avvicinato la ragazzina con cui sarebbe entrato in confidenza.

Conclusa l'E-state sanlorenzana con soddisfazione degli amministratori

SAN LORENZO DEL VALLO - Con l’ottavo Motoraduno nazionale d’eccellenza svoltosi nei giorni scorsi a San Lorenzo del Vallo, si è conclusa la manifestazione “E-State Insieme” 2017, che è arrivata con successo alla sua terza edizione. L’Amministrazione comunale, con in testa il sindaco Vincenzo Rimoli e l’assessore al ramo Pasquale Motta, e tutti gli assessori e consiglieri, colgono l’occasione per ringraziare i Sanlorenzani per essere sempre stati presenti a tutti gli eventi.

Il nuovo video di Sabici racconta il lavoro nella forgia di Mastantonio

SPEZZANO ALBANESE – Torna con stile alle cronache la musica di Cosimo De Marco, artisticamente noto come Sabici. La sua è una storia di emigrante, ma che resta legato alle proprie radici, quelle calabresi, attraverso la propria musica. Ma per risalire all'origine di questo nome decisamente fantasioso, bisogna tornare alle scuole elementari, nella terza classe, quando bambino stava alla lavagna per scrivere le lettere dell'alfabeto. I suoi compagni lo scherzavano “a-b-c” e da lì la trasformazione in nome d'arte “Sabici” è stata semplice.

L'amministrazione sanlorenzana condanna i gesti di FN

SAN LORENZO DEL VALLO - «Il Sindaco e l’amministrazione comunale di San Lorenzo del Vallo condannano fermamente quanto accaduto l’11 agosto in occasione della Festa del Santo Patrono ad opera di alcuni militanti appartenenti al movimento Forza Nuova». E' la nota dell'Amministrazione comunale sanlorenzana che prende le distanze dalle manifestazioni dei forzanovisti paesani durante il concerto di Povia.

Povia a San Lorenzo brucia le gufate di chi si aspettava il fallimento della festa

SAN LORENZO DEL VALLO - “Povia chi?“, diceva qualcuno. “Un ex cantante dai testi brutti e sconnessi che di musica non capisce una mazza“, faceva eco il solito saccente arrogante. Dito puntato contro il Comitato festa, infarcito di rappresentanti dell'amministrazione comunale per necessità (visto che gli altri preferiscono parlare e sparlare sui social piuttosto che impegnarsi concretamente!), colpevole, a loro avviso, di aver investito su una figura di secondo piano dopo che negli anni passati sullo stesso palco erano saliti artisti del calibro di Nino D'Angelo, Luca Barbarossa, Marco Masini, Nomadi, e via così.

Forza Nuova risponde a Manoccio: "Incolpa innocenti di un reato non avvenuto"

COSENZA - "Assessore Manoccio, attenzione! Incolpare degli innocenti di un reato non avvenuto (lei parla di minacce) è diffamazione e calunnia". Lo scrive in una nota di replia il coordinatore regionale di Forza Nuova Calabria, Davide Pirillo, alle dichiarazioni di Manoccio dopo lo striscione apparso al concerto di Povia a San Lorenzo del Vallo. Pirillo, inoltre, puntualizza anche sul saluto romano che i componenti forzanovisti sanlorenzani hanno più volte fatto nel corso della serata: "Per quanto riguarda i saluti romani, decine di sentenze lo hanno dimostrato, non è reato.

Alla festa patronale Forza Nuova "saluta" Povia e la piazza alla maniera "romana"

SAN LORENZO DEL VALLO – La festa di paese per il santo patrono, a San Lorenzo del Vallo, si trasforma in una campagna di polemica politica. In occasione della polemica fra il cantante Povia, esibitosi ieri sera in una piazza gremita oltre l'inverosimile, e il delegato regionale all'immigrazione, Giovanni Manoccio, già sindaco di Acquaformosa, ci mette lo zampino la locale sezione di Forza Nuova che, dall'alto di un balcone, espone uno striscione con la scritta: “Via Manoccio dalla Calabria. Stop accoglienza bu$ine$$”. Durante la serata, interrotta per circa un'ora da un guasto tecnico alla corrente, il gruppo forzanovista non ha mancato di fare più volte il saluto romano.

Forza Nuova in Prefettura contro lo Sprar a San Lorenzo

SAN LORENZO DEL VALLO – (Comunicato stampa) Nei giorni scorsi, una delegazione di forzanovisti, guidata da Francesco Mustaro (segretario cittadino di FN San Lorenzo\Spezzano) e dall’avv. Maurizio Via (militante di FN Cosenza) è stata ricevuta in Prefettura circa il “problema immigrati”, recentemente al centro delle cronache locali.
I forzanovisti sono stati ascoltati dal capo di gabinetto del prefetto, al quale è stato consegnato il faldone contenente le centinaia di firme che i militanti del movimento hanno raccolto presso San Lorenzo del Vallo ed i comuni limitrofi. La suddetta petizione è lo strumento per mezzo del quale, i militanti del partito, hanno messo in atto la loro protesta contro la possibile apertura di uno “SPRAR” nel loro comune. La partecipazione popolare, a tale iniziativa, è stata considerevole.

Truffa agli automobilisti, fermato un furbetto lungo la Ss283

SPEZZANO ALBANESE – Sono diversi giorni che nel territorio di Spezzano Albanese e nei dintorni è scattato l'allarme, anche sui social, della truffa agli automobilisti. Le segnalazioni, arrivate da ogni dove, dicono di auto ferme lungo la strada, in particolare sulla SP 241 dallo scalo spezzanese fino al territorio di Castrovillari e sulla SS283 dalle Terme allo svincolo autostradale di Tarsia Nord, pronte ad adescare gli sfortunati passanti. Il metodo è sempre lo stesso: usano qualcosa tipo un sassolino lanciato contro l'auto in corsa in modo da far fermare gli automobilisti e poi pretendono i risarcimento di un fantomatico danno che può essere sia allo specchietto o alla fiancata.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners