Sabato 30 giugno musica e danza all’aperto

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Sabato 30 giugno musica e danza all’aperto
Hostaria Antico Borgo

MORANO - Sabato 30 giugno doppio appuntamento con la musica e la danza. Frutto della proficua collaborazione tra il Comune, l’associazione sportiva Revolution Dance, la band El Rojo e il My Coffee si terranno nella medesima serata, in orari e location differenti, due eventi. Il primo nell’area sottostante il chiostro San Bernardino da Siena, inizio ore 20.30: saggio annuale della Revolution Dance, con ritmi caraibici e suadenti movenze portati sul palcoscenico da giovani campioni locali, preparati dal m. Mario Serra e diretti da Alba Apollaro e Patrizia Schifino, entrambe impegnate nell’organizzazione di questo avvenimento.

Il secondo, in Piazza Giovanni XXIII, con starter a conclusione del saggio (intorno alle 23.00): concerto deathcore/metal degli Strike Avenue, ultimo di un nutrito pacchetto di manifestazioni musicali svoltesi nei weekend di giugno e curate con passione e professionalità dai ragazzi di El Rojo e del My Coffee.
«Benché il maltempo abbia condizionato le prime due serate del Giugno in Rock – dichiara Evo Borruso, componente di El Rojo, insieme a Pasquale Carapella, Antonio Rimolo, Luigi Grisolia, Fabrizio Vindigni – siamo estremamente soddisfatti dei riscontri sin qui ottenuti. Riteniamo d’aver centrato l’obiettivo primario di valorizzare da un lato l’underground calabrese, dall’altro, in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale che ha accolto la nostra proposta e ci ha supportato nelle fasi organizzative, promuovere il bellissimo borgo di Morano. Sabato, con l’esibizione degli Stricke Avenue, chiudiamo questa straordinaria esperienza e guardiamo sin d’ora alle prossime edizioni».
Compiaciuti anche il sindaco Nicolò De Bartolo e l’assessore alla Cultura Rocco Antonio Marrone. I quali ringraziano pubblicamente «tutti gli attori coinvolti attivamente nella pianificazione degli spettacoli: El Rojo e My Coffee per quanto riguarda i concerti del fine settimana, la Revolution Dance per l’iniziativa di sabato 30». «La sovrapposizione di due eventi – affermano gli amministratori moranesi - verificatasi per un errore di calendarizzazione, attraverso la disponibilità dei soggetti interessati, con i quali abbiamo opportunamente gestito gli orari e modificato i siti di svolgimento, è stata felicemente trasformata in una circostanza vantaggiosa e conveniente per tutti, che assembla due diverse occasioni d’intrattenimento in un’unica piattaforma di svago che persegue finalità simili. Ancora una volta, dunque, un paradigma di condivisione degli obiettivi e di apertura alle forze della società civile, modus operandi che fa bene alla comunità e semina unione, rafforza vincoli di amicizia e favorisce gli scambi intergenerazionali».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners