“Autismo: conoscere per agire. Alleanza tra famiglia, professionisti e istituzioni”

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
“Autismo: conoscere per agire. Alleanza tra famiglia, professionisti e istituzioni”

MORANO - Sabato 16 giugno prossimo, ore 16.00, a Morano, promosso dall’associazione “La casa delle fate onlus”, con il patrocinio dalla municipalità locale, della Proloco e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, presso l’auditorium “Massimo Troisi”, interessante convegno medico/scientifico dal titolo: “Autismo: conoscere per agire. Alleanza tra famiglia, professionisti e istituzioni”.
Si parlerà delle problematiche legate a questo particolare disturbo del neurosviluppo e saranno fornite esaurienti informazioni circa lo stato della ricerca e le attuali possibilità di intervento. Un approccio multidisciplinare, la partecipazione attiva di autorevoli relatori e le tecniche comunicative scelte, rappresentano per tutti la miglior garanzia organizzativa e certificano la qualità dell’evento.

I lavori seguiranno l’ordine assegnato dalle buone prassi a questo genere di seminari. Dopo i saluti dell’assessore al Welfare del Comune di Morano, Rosanna Anele, del presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, e del suo omologo del sodalizio promotore, Giampietro Guido, sarà proiettato un breve filmato, “Il piccolo fratellino… dalla luna”, contenente spunti e stimoli spendibili nella trattazione dell’argomento.
Quindi porteranno il loro contributo sui numerosi specifici aspetti connessi alla sindrome, i dottori: Tatiana A. Curti, neuropsichiatra infantile: “Disturbo dello spettro autistico, cosa c’è di nuovo. La famiglia di fronte all’autismo”; Davide D’Elia, psicologo, analista del comportamento BCBA, supervisore ABA, esperto in disturbi dello spettro autistico: “L’analisi del comportamento applicata e la riabilitazione: efficacia e modelli d’intervento”; Maria Masci, psicoterapeuta cognitivo comportamentale: “Gli interventi educativi e riabilitativi: lavoro di rete e intervento precoce”; Rossella Mancuso, tecnico terapista comportamentale: “Caso 1: il gioco”; Concetta Garropoli, tecnico terapista comportamentale: “Caso 2: training alle richieste”; Pasquale Sisca, logopedista: “L’intervento logopedico nell’autismo”; Assunta Morrone, dirigente scolastico IC Statale Mendicino: “Autismo: il ruolo della scuola. Nuove sfide”.
Le conclusioni sono affidate al sindaco di Morano, Nicolò De Bartolo, al quale è demandato il compito di riflettere ad alta voce sulle interazioni tra differenti ambiti sociali e istituzioni, segnalando prospettive e possibili cronoprogrammi avviabili e implementabili nel tempo.

0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners