Civiche contro Lo Polito: "Complice dello smantellamento dell'ospedale"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa di “Solidarietà e partecipazione”) Con delibera n. 1227, del 30 giugno 2017, il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza ha sancito lo scippo: come le Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione avevano paventato e ampiamente preannunciato -anche in Consiglio Comunale-, la Farmacia territoriale sarà trasferita da Castrovillari a Lungro, con un costo per l’Ente di ben 170.000 euro. Nella nostra città rimarrà un semplice “punto di distribuzione” allocato nell’ex Centro Trasfusionale, con una spesa ulteriore di altri 150.000 euro.

Liste Civiche attaccano sui PSR: "Cordoglio, altro che gioie"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) «Siamo alle solite! Lo Polito con il suo solito modus operandi tenta di confondere l’opinione pubblica spacciando una critica politica per un momento di gioia per un finanziamento regionale perso! Nulla di più lontano dalla realtà, poiché l’unico sentimento che la vicenda ci suscita è un profondissimo senso di cordoglio per la Città, “amministrata” da quel che resta di una maggioranza che non perde occasione per dimostrare incapacità, inadeguatezza e supponenza». Così i consiglieri comunali delle liste civiche di Solidarietà e Partecipazione attaccano l'amministrazione comunale aggiungendo: «L’insipienza di questa amministrazione è emersa già un anno fa quando la Regione Calabria ha chiesto la restituzione di € 96.507,50 oltre interessi, delle somme anticipate e relative ad un progetto finanziato con i fondi PSR 2007/2013. Noi delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione, infatti, nel LUGLIO 2016 abbiamo presentato in Consiglio Comunale una specifica interrogazione sul punto evidenziando tutte le preoccupazioni per tale posizione debitoria.

Distretto agro-alimentare di qualità sotto attacco

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) La vicenda del mega impianto di rifiuti che dovrebbe sorgere a Cammarata, nel cuore del Distretto Agro-alimentare, è finalmente approdata a Palazzo di Città, in un Consiglio Comunale aperto, tenutosi ieri, su richiesta dei Consiglieri delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”.
Ed è in questa sede che si è appreso dell’associazione tra l’Ecologica Sud -la ditta che ha fatto richiesta di autorizzazione al Dipartimento Ambiente della Regione Calabria- e la Calabria Maceri -il cui nome non compare nella richiesta stessa-, ditta affidataria della gestione della discarica di Campolescio.

Le Civiche smentiscono inciuci con la maggioranza

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Il 19 maggio si è tenuto l’ultimo consiglio comunale in cui si è discusso del rendiconto di gestione 2016. In quella sede non sono mancati i durissimi attacchi dei consiglieri delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione culminati con un netto e chiaro voto contrario al documento contabile. Nessun dubbio può essere insinuato sulla posizione di dura OPPOSIZIONE delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione al modo che l’amministrazione, a guida Lo Polito, ha di gestire la cosa pubblica.

Lo Polito bacchetta le Civiche: "Pochezza politica e mancanza di argomenti"

CASTROVILLARI – «L’ultimo comunicato delle Liste Civiche rende evidente la pochezza politica e la loro mancanza di argomenti». Così il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, risponde alle accuse mosse dagli avversari politici in merito alla delicata questione del reparto di Ortopedia dell'Ospedale di Castrovillari. In una nota, infatti, il primo cittadino ribatte: «Dopo aver chiarito alla città che il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza ha emesso un provvedimento il 29 marzo scorso -approfittando del fatto che il Sindaco fosse alla maratona il 2 aprile (forse per un loro calendario che va a ritroso)- oggi ritornano sull’argomento con le stesse modalità di attacco all’Istituzione Comune, dimostrando d’ignorare competenze, atti, tempi e con l’unico intendo di dimostrare che esistono.

Le Civiche contro Lo Polito su Ortopedia: "Le bugie hanno le gambe corte"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa delle Liste Civiche) Che il sindaco Lo Polito fosse, politicamente parlando, un bugiardo seriale, non v’era dubbio. Che sia una persona che non tutela neanche il diritto alla salute dei cittadini amministrati è chiaro una volta di più, vista la brutta vicenda del Reparto di Ortopedia dell’Ospedale di Castrovillari.
Perché il sindaco cerchi di nascondere, con inverosimili rassicurazioni e argomentazioni destituite da ogni fondamento, la realtà dei fatti, anziché adoperarsi per porre rimedio agli attacchi ed agli scippi che il nostro Ospedale continua a subire, non è dato sapere. Di certo, i fatti sono lì a testimoniare una realtà che nessuna pretestuosa argomentazione è in grado di smentire. Le uniche cose concrete e certe sono, ad oggi, rappresentate, in primo luogo, dalla disposizione del 29 marzo scorso, del Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro, che ha trasferito a Paola due dei quattro Ortopedici di Castrovillari.

Solidarietà e Partecipazione: "Ennesimo gravissimo attacco all'Ospedale"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa di Solidarietà e Partecipazione) Certe volte preferiremmo non avere ragione. E preferiremmo che le bugie del sindaco Lo Polito avessero un fondamento di… verità. Purtroppo non è così. I nostri allarmi sull’aggressione all’Ospedale di Castrovillari e al diritto alla salute delle popolazioni del comprensorio, apparentemente inarrestabile, trovano l’ennesima, inaccettabile conferma.

Provinciali, le critiche delle Civiche alla debacle castrovillarese

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) «Castrovillari, dopo le votazioni di ieri, non ha eletto nessuno dei 4 consiglieri candidati alla Provincia. Le analisi politiche arriveranno a breve, ma un dato assoluto oggi già c’è! Il risultato elettorale ha distrutto e cancellato la maggioranza (elettorale e non politica), che “amministra” la città; così come si sono definitivamente cancellati gli slogan che possono produrre effetti nell’immediato (11 o 12 voti in più), ma che non potranno mai creare effetti positivi nel lungo periodo».

Liste civiche diffidano Vico che risponde: "Bastava una telefonata"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) «Sulla vicenda dei lavoratori Femotet l’amministrazione comunale ha fatto calare il sipario, nonostante noi Consiglieri delle liste civiche di Solidarietà & Partecipazione, avessimo manifestato la necessità e l’opportunità di discutere della questione in un confronto aperto alle parti sindacali, datoriali ed alla città, in un apposito Consiglio comunale». Lo scrivono in una nota i Consiglieri comunali delle liste civiche di Solidarietà & Partecipazione Maria Antonietta Guaragna, Ferdinando Laghi e Giuseppe Santagada che aggiungono: «Nell’indifferenza degli organi preposti siamo stati costretti, in data 5.1.2017, a presentare una formale richiesta di convocazione del Consiglio comunale, sottoscritta nel rispetto della normativa in materia, dai Consiglieri Santagada, Laghi, e Guaragna.
Inopinatamente, per tutta risposta, il Presidente del Consiglio dott. Piero Vico, il 13.01.2017, ci ha comunicato che “non sussiste il quorum prescritto (un quinto dei consiglieri assegnati), essendo la stessa sottoscritta solo da tre consiglieri”.

Liste Civiche: "Avevamo previsto il fallimento dei comitati di quartiere"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) «È proprio il caso di dire “nemo propheta in patria”, eppure in ogni sede, sia istituzionale che pubblica, noi delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione avevamo previsto il fallimento dei comitati di quartiere». Così scrivono in una nota Maria Antonietta Guaragna, Ferdinando Laghi e Giuseppe Santagada, Consiglieri Comunali delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari che aggiungono: «Un utile strumento di partecipazione democratica alla vita amministrativa, se solo fosse stato utilizzato in maniera corretta, che l’amministrazione a guida Lo Polito ha voluto svilire e non valorizzare adeguatamente. Una volta ottenuto l’effetto annuncio, come al solito, tutto è stato abbandonato, non coordinato e seguito; eppure c’era anche uno degli “assessori senza portafoglio” che ha contribuito, nella fase iniziale della vita dell’organismo, a dare seguito e corpo all’organismo rappresentativo, ma, evidentemente, non potendo tradurre in atti concreti le proposte offerte all’ente, si è defilata.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners