Graziano sulla riconversione del cementificio: "Obbligatorio un confronto col territorio"

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) «Sul futuro del sito di produzione di Italcementi è necessario aprire un confronto serio con tutto il territorio. È impossibile quanto inaccettabile, infatti, assumere decisioni solitarie e non condivise che potrebbero compromettere su più fronti il futuro di un’area strategica per la Calabria del nord. Così com’è l’ipotesi di insediare nel sito del cementificio un nuovo impianto di trattamento e trasformazione di rifiuti organici a servizio del comprensorio provinciale. Un progetto, questo, che potrebbe mettere a rischio l’equilibrio ambientale di una zona salubre a ridosso del Parco del Pollino e che non da alcuna certezza su prospettive lavorative».

Gli ambientalisti continuano la lotta contro il "tentativo di aggressione" al territorio

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa del Comitato contro l'impianto di rifiuti) Continuano le iniziative di informazione ai cittadini del territorio del Pollino sulla gravissima e solitaria iniziativa del sindaco Lo Polito che, senza alcuna preventiva consultazione e concertazione con le Istituzioni e con le forze politiche e sociali di Castrovillari e del comprensorio –Parco Nazionale del Pollino compreso-, ha autonomamente “offerto in sacrificio” un territorio che non è certo di sua proprietà. Infatti, non diversamente può essere considerata la volontà di localizzare un megaimpianto di rifiuti nell’area del cementificio, che danneggerebbe irreversibilmente diritti ed interessi economici ed occupazionali degli abitanti dell’intera area.

Italcementi: la Cgil continua a mantenere alta l'attenzione

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) «Non bisogna disperdere il lavoro fatto sino ad ora in merito alla vertenza dello stabilimento Italcementi di Castrovillari. È  grazie all’accordo del 3 Dicembre 2015 presso il Ministero del Lavoro che oggi si può parlare ancora di una vertenza aperta sull’opificio del Pollino». Lo scrivono in una nota R.S.U. Fillea Cgil Italcementi, Antonio Bartolini - Carmine Lo Prete - Gianni Magnelli, Antonio Di Franco (Segr. Gen. Fillea CGIL Comprensoriale) e Luigi Veraldi (Segr. Gen. Fillea CGIL Regionale).

Operai Italcementi pronti ad incatenarsi. La protesta si inasprisce

CASTROVILLARI – La protesta presso lo stabilimento Italcementi di Castrovillari si inasprisce. Da domani, infatti, i lavoratori torneranno ad incatenarsi ai cancelli dell'opificio per manifestare la propria contrarietà avverso le decisioni dell'azienda. A renderlo noto sono i segretari di Filca Cisl Mauro Venulejo e di Fillea Cgil Antonio Di Franco, che in una nota scrivono: «Continua lo sciopero presso lo stabilimento Italcementi di Castrovillari, i lavoratori a seguito dell’assemblea svoltasi stamane hanno deciso che da domani la protesta sarà più dura».

Italcementi precisa: "Da marzo rotazioni già previste"

CASTROVILLARI – Dopo la dichiarazione dei sindacati Cgil e Cisl in merito alla mobilitazione dei lavoratori Italcementi di Castrovillari di questa mattina, l'azienda precisa: «L’accordo siglato a Roma lo scorso 3 dicembre, che prevede la trasformazione dello stabilimento di Castrovillari in centro di macinazione, stabilisce l’impegno alla rotazione dei lavoratori in cassa integrazione rispettando due requisiti: la fungibilità professionale e le necessità organizzative degli impianti.

Torna la mobilitazione all'Italcementi di Castrovillari

CASTROVILLARI – Nuovi stati di agitazione per lo stabilimento Italcementi di Castrovillari. Infatti, dopo l’accordo strappato il 3 Dicembre presso il Ministero del Lavoro, che ha evitato i licenziamenti ed inserito lo stabilimento di Castrovillari nella CIGS per riorganizzazione aziendale fino al settembre 2017, data in cui si dovrebbero conoscere le intenzione della nuova proprietà la Haidelberg Cement, i lavoratori da domani saranno di nuovo in sciopero a causa della decisione dell’azienda di non attuare una rotazione che tenga in considerazione la reale fungibilità oltreché solidarietà ed equità in un momento difficile e soprattutto transitorio.

Italcementi di Castrovillari, si ritorna a lavoro

CASTROVILLARI - «Le attenzioni sul presidio industriale di Italcementi di Castrovillari continuano a rimanere alte. Dopo l’ottenimento dell’accordo al Ministero del Lavoro di giovedì scorso, che salva i lavoratori e, soprattutto, permette di arrivare al tavolo con la nuova proprietà tedesca, Heidelberg Cement, con una posizione invariata dal punto di vista strutturale, ieri sera alle 18 i sindacati e i lavoratori si sono ritrovati in assemblea per gli aggiornamenti del caso.

Tornano a casa i lavoratori di Italcementi, buone notizie da Roma

CASTROVILLARI «È chiaro che in questa partita ha vinto proprio la squadra, il sindacato, i lavoratori, i sindaci, la chiesa, tutti. È stata una battaglia dove c’è stato un territorio compatto e coeso che ha ottenuto un risultato memorabile». È questo il commento a caldo, quasi insperato dopo l’incontro di mercoledì con la sola Italcementi, del segretario della Fillea Cgil Antonio Di Franco dopo aver ottenuto un risultato storico per il cementificio di Castrovillari.

Castrovillari, buone notizie per Italcementi

CASTROVILLARI - Si è finalmente concluso in serata l'incontro al Ministero del Lavoro sulla vertenza Italcementi. Soddisfazione per i risultati che permetteranno di mantenere invariato il piano industriale fino al subentro con Heidelberg Cement.

Castrovillari, ore di ansia per gli operai. Sindacati e Italcementi non trovano un punto di incontro

CASTROVILLARI Nessuna buona notizia per i lavoratori Italcementi che ieri attendevano speranzosi risultati confortanti dall’incontro di Roma. Infatti, il vertice iniziato ieri pomeriggio nella capitale, fra la proprietà e i sindacati, non ha portato nessun buon risultato per le maestranze del Pollino che, da venerdì scorso, hanno incrociato le braccia costituendo un vero e proprio presidio davanti i cancelli d’ingresso della fabbrica.
Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners