Salite a undici le vittime della tragedia nelle Gole del Raganello In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
I soccorritori sul Ponte del Diavolo I soccorritori sul Ponte del Diavolo

CIVITA - Sono salite purtroppo a undici le vittime della tragedia delle Gole del Raganello, a Civita nel Parco Nazionale del Pollino. Infatti, nella scorsa notte una delle persone rimaste ferite gravemente è deceduta all'ospedale di Cosenza in conseguenza di un trauma toracico. Questo ha riferito il capo della Protezione civile della Regione Calabria, Carlo Tansi. "Non ci conosce ancora precisamente il numero dei dispersi - ha aggiunto Tansi – ma alcuni sarebbero in difficoltà e per avere un quadro chiaro di chi manca all'appello ci vorrà ancora del tempo. La difficoltà è dovuta al fatto che gli escursionisti erano in gruppi sparsi. Molte segnalazioni sono pervenute nella notte al nostro numero verde della Prociv calabrese. Tutte le vittime sono state identificate e, al momento, le persone ricoverate sono undici e si trovano negli ospedali di Castrovillari quelli meno gravi e di Cosenza quelli più gravi (cinque) e uno a Rossano. Le ricerche non si sono mai interrotte e sono andate avanti tutta la notte. Con la luce del giorno sarà più facile procedere".

Le operazioni di setaccio che vedono impegnati uomini e mezzi dei vigili del fuoco, della guardia di finanza e del soccorso alpino saranno spostate anche più a valle fino alla foce del torrente con il coinvolgimento della Capitaneria di porto perché c'è il timore che alcune persone siano finite a mare. "Pensate - ha concluso Tansi - che un corpo è stato trovato a distanza di cinque chilometri dal punto dell'alluvione". È stata un'ondata di piena del torrente che ha travolto gli escursionisti con acqua alta a volte anche oltre i due metri. Le prime fonti di Palazzo Chigi hanno riferito che tra le vittime c’è anche una ragazza, ma la situazione è tutto un divenire. Tratto in salvo anche un bambino, recuperato dall’elicottero dei Vigili del fuoco e trasferito nell’ospedale di Cosenza per ipotermia. Il timore che a causa del maltempo, altre persone siano state travolte. La procura di Castrovillari coordinata dal Giudice Facciolla ha aperto un’inchiesta. Due – secondo le notizie provenienti dalla zona del Ponte del Diavolo – i gruppi coinvolti: il primo era composto da sedici escursionisti che, nonostante le condizioni meteo avverse, stavano partecipando ad una visita all’interno dell’area caratterizzata da gole e canyon. Alcuni di loro sono riusciti a raggiungere degli scogli in attesa di essere soccorse; il secondo potrebbe essere stato composto da circa una ventina di persone, ma i dati sono ancora approssimativi.  Gli escursionisti sono stati comunque sopresi nel pomeriggio di lunedì, dopo le ore 13,30, dalla piena del torrente Raganello a Civita. Al momento della tragedia uno dei gruppi stava visitando l'area, caratterizzata da grotte e canyon. Sul posto sono intervenuti gli operatori del soccorso speleo fluviale dei vigili del fuoco e i carabinieri. Inoltre, si segnala un bimbo in ipotermia. ''Il Soccorso Alpino sta intervento con diverse unità come ha comunicato immediatamente, con un tweet, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). Al momento continua il lavoro dei soccorritori impegnati nella ricerca di eventuali dispersi.

Notizia in aggiornamento

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello: Continua il lavoro dei soccorritori impegnati nella ricerca di eventuali dispersi.
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners