Le "Civiche" sull'Ospedale: "I nodi vengono al pettine" In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Le "Civiche" sull'Ospedale: "I nodi vengono al pettine"
Hostaria Antico Borgo

CASTROVILLARI - «Il Sindaco di Castrovillari ha inviato una nota ai componenti la Commissione speciale Sanità (comprendente Associazioni e rappresentanti politici) e ai Sindaci del territorio, denunciando la gravissima situazione dell’Ospedale di Castrovillari e minacciando manifestazioni popolari ed esposti alla Procura, qualora il Direttore Generale non dia soddisfacenti risposte nell’incontro fissato per lunedì 19».

Così scrivono in una nota i consiglieri comunali delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” che aggiungono: «Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Il Sindaco che ha sempre giustificato e sostenuto, nei fatti, le scelte dell’ASP, bollando come allarmisti e incompetenti i Consiglieri Comunali delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” e boicottando tante iniziative promosse dal Comitato dalle Associazioni a tutela dell’Ospedale e della sanità del territorio, finalmente si sveglia e si ricrede sui metodi e nel merito.
Soltanto che quanto da lui proposto è inconsistente e insoddisfacente. Nel merito e nel metodo.
Non possiamo continuare ad andare a Cosenza col cappello in mano, riportandolo indietro pieno solo di chiacchiere e promesse. Mai mantenute.
Castrovillari e i Castrovillaresi devono essere pienamente informati e poter dire la loro agli Amministratori tutti. E TUTTI gli Amministratori, insieme, devono decidere una linea comune. La tutela della salute non può essere un obiettivo di parte. Basta con le riunioni ristrette e inconcludenti, alla “volemose bene”.
Per una volta, il Direttore Generale, Mauro, venga lui a Castrovillari, a rendere conto e a dare risposte. Come ha già fatto in tanti altri Comuni, da Lungro ad Acri, sullo Jonio e sul Tirreno. O a Castrovillari non riconosce dignità sufficiente per un intervento  pubblico?
Per questi e tanti altri motivi, i rappresentanti delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” hanno già chiesto un Consiglio comunale urgente, aperto e con la partecipazione del Direttore Mauro, sulla intollerabile situazione dell’Ospedale.
Noi sappiamo bene come si fanno le mobilitazioni. L’informazione e il coinvolgimento popolare ne sono parte imprescindibile, oltre che insostituibile debito di democrazia.
Senza lottare non otterremo nulla e senza l’appoggio della popolazione non rappresentiamo niente».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners