La città di Castrovillari si prepara a commemorare il 4 novembre

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Lo Polito durente la festa dei caduti Lo Polito durente la festa dei caduti

CASTROVILLARI - Nella 99^ ricorrenza del quattro novembre l’Amministrazione municipale di Castrovillari “celebrerà il Giorno dell’Unità Nazionale, bene prezioso indispensabile -in un momento storico decisamente difficile-, e ricorderà Quanti sacrificarono la propria vita per la Patria, per la Libertà, l’Uguaglianza e la Giustizia”. Siffatti Valori non possono che perdurare e svilupparsi come rapporto fra le generazioni , più esattamente come impegno che gli adulti hanno per la crescita dei più giovani. Naturalmente, perché accada ciò, è fondamentale la disponibilità ad apprendere delle giovani generazioni, di un patrimonio di conoscenze, che è importante sia trasmesso.

Questo è anche il messaggio che vuole proiettare la manifestazione, perché attraverso l’educazione si compie realmente ciò che significa il permanere di valori irrinunciabili.
L’iniziativa cittadina, in programma la mattina di sabato 4 novembre, culminerà, con tale tensione, nella messa che verrà celebrata nella chiesa dei Sacri Cuori alle ore 11.
Alle ore 10,30 il corteo, a cui saranno presenti studenti delle scuole, autorità civili, militari, associazioni combattentistiche e la popolazione, si avvierà da piazza Municipio, fermandosi , subito dopo, in piazza Indipendenza, dinanzi al monumento ai Caduti di tutte le Guerre, dove sarà deposta una corona d’alloro.
Qui, uno squillo di Tromba, riecheggerà le note del Silenzio che suggellerà l’attimo richiamando tra Tricolori, Stendardi e Gonfaloni, il Sacrificio umano di Tanti.
Per l’occasione sarà presente con le sue interpretazioni il Coro di Voci bianche della Scuola primaria del I e II Circolo e il Coro giovanile “Nova Vox Aurea”, diretti dalla maestra Agnese Bellini.
Nel ricordo dei Caduti di tutte le guerre il capoluogo del Pollino, così, vivrà la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate “che è un momento -spiega il Sindaco, Domenico Lo Polito- per riproporre, con più forza e più che mai, la costruzione di un futuro di pace, nel quale la persona è un valore imprescindibile. L’individuo– richiama– è ancora il Cuore palpitante e tangibile della ricorrenza: è l’Altro da guardare sempre con tutta la sua umanità, centro e trasmissione di ogni crescita che si rispetti”.

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners