Modificato il regolamento del Pip per il rilancio dell'impresa

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Francesca Dorato Francesca Dorato

CASTROVILLARI - “Dalla mezzanotte del 31 luglio e dopo 22 anni dalla sua prima redazione il regolamento dell’area dei Piani d’Insediamenti Produttivi ritrova vigore a partire da nuove regole e scelte che potranno essere sempre ottimizzate e adeguate alle esigenza di crescita e sviluppo delle intraprese, più in generale, degli uomini e donne del lavoro che insistono sul Territorio”.

Lo afferma l’Amministrazione comunale di Castrovillari all’indomani del voto in Consiglio del punto e “della portata dello stesso, teso -sostiene- al rilancio dell’Area, delle capacità d’impresa presenti e potenziali, a creare occupazione giovanile, crescita dei servizi dedicati e qualità ambientale dei luoghi adibiti, ma anche a recuperare crediti per 1milione500mila euro che vanta l’Ente da parte di più imprenditori ed a regolare meglio la materia , ridando nuove opportunità e percorsi a situazioni pregresse e lasciate in sospeso o da accompagnare per la definizione delle procedure, necessarie all’ottenimento o rinuncia di uno spazio. A chi ancora non ha adempiuto alla stipula della convenzione viene data poi facoltà di sottoscriverla entro 90 giorni dall’entrata in vigore della delibera; ed entro 180 giorni dalla stipula bisognerà presentare il progetto relativo all’insediamento. Tra le disposizioni transitorie specifiche la rateizzazione del dovuto, di chi è in debito, entro 90 giorni dall’entrata in vigore della delibera consiliare di modifica al regolamento. Le domande dovranno essere presentate al dipartimento amministrativo-finanziario. Chi non può realizzare, poi, l’investimento può cedere il lotto, previa comunicazione all’amministrazione e secondo ciò che prevede il regolamento modificato di cui si potrà prendere visione presso gli Uffici competenti oltre che sul sito dell’ente”.
“Cuore e raccordo di queste capacità -richiama l’Amministrazione- sarà un Consorzio costituto dai rappresentanti delle intraprese, in regola con i pagamenti; tra questi siederà un funzionario del Comune con funzioni di segretario che, nei successivi 60 giorni dalla sua designazione, provvederà a convocare l’assemblea degli assegnatari per l’elezione dei 7 rappresentanti che avverrà a scrutinio segreto. Nei 30 giorni successivi all’elezione questi convocherà il consorzio per l’insediamento e nomina del presidente e di altri organi, i quali successivamente redigeranno lo statuto su finalità, composizione e durata oltre ad occuparsi temporaneamente dei servizi. L’organismo curerà il collegamento con il Comune e con il Territorio per rilanciare l’impresa come esempio di aziende che reagiscono alla congiuntura ed impasse economici di questi anni ma che non si arrende perché guidate dalla fatica di persone che vogliono lavorare”.
“E’ proprio da questi elementi che deve ripartire la sfida -spiega l’Amministrazione- che si è intesa lanciare per promuovere uno scambio di esperienze positive, uno stimolo e un sostegno all’opera quotidiana che non può fare a meno di esperienze virtuose, di reti, di un’economia che nasce, è bene chiarirlo, da un’esperienza umana che ha saputo valorizzare ciò che ha incontrato”.

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners