Trentuno comuni aderiscono al Parco Culturale della Sibaritide

CASSANO – (Comunicato stampa) Sottoscritto nella Città di Cassano All’Ionio, in quanto comune capofila, di un’aggregazione territoriale che ingloba 31 comuni ricadenti nel vasto comprensorio dell’Alto e Basso Jonio cosentino, il protocollo di adesione al progetto relativo alla realizzazione del Parco Culturale della Sibaritide. E’ interessato un ambito territoriale importante di ben 1660 kmq e una popolazione di oltre 167 mila abitanti. Con la firma della convenzione, si apre la seconda fase dell’iter, quella per accedere ai finanziamenti. L’importante progetto in questione, figura tra i 19 approvati, finalizzati alla valorizzazione culturale delle peculiarità presentati da comuni del Meridione e ammesso a finanziamento con risorse europee per un importo di 300 mila euro, provenienti dal Piano di Azione e Coesione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dicastero presieduta dal ministro Dario Franceschini.

Ok della Commissione Europea all'aeroporto di Sibari. Soddisfazione di Graziano

SIBARITIDE – (Comunicato stampa) Anche l’Europa dà l’ok all’aeroporto della Sibaritide. L’opera, insieme all’auspicato e non più differibile ammodernamento della Strada Statale 106, rappresenta lo snodo strategico per lo sviluppo dell’area Nord-Est della Calabria. Serve solo l’impegno concreto da parte della Regione e del territorio ad individuare i fondi necessari alla realizzazione dello Scalo e farlo rientrare nelle appetenze della rete aeroportuale commerciale e turistica nazionale. Non ci sono veti. E da oggi non ci sono più nemmeno alibi. Questo grazie al lavoro che, con responsabilità, ho portato avanti in Consiglio regionale, facendomi portavoce delle istanze e delle esigenze palesate dall’intero comprensorio della Sibaritide e sostenendo la necessità di inserire lo scalo aeroportuale di Sibari nel nuovo Piano dei trasporti calabrese.

Maltempo mette in ginocchio la Sibaritide

JONIO - Sibaritide, nuovamente, in ginocchio per le abbondanti piogge che si sono verificate nelle ultime ore. Temporali e mareggiate, otre a forti venti, stanno mettendo a dura prova i tanti comuni dell'intera fascia jonica cosentina e non solo. In diversi centri calabresi, nelle ultime 12 ore, sono caduti ben oltre 200 millimetri di pioggia. Molte scuole, stamani, sono state chiuse a causa dell'emergenza meteo, come preannunciato dal servizio meteorologico dell'Aeronautica Militare e dalla Protezione Civile della Regione Calabria, al fine di evitare conseguenze gravi.

Aeroporto Sibaritide, Graziano chiede emendamento per il PRT

SIBARITIDE – (Comunicato stampa) Piano regionale dei Trasporti, è necessaria una maggiore precisione per indicare la realizzazione dell’Aeroporto di Sibari, così come è necessario consolidare e sviluppare il patrimonio costituito dalla rete delle Aviosuperfici nella nostra regione. Ci sono migliaia di soldi pubblici in ballo: quelli già spesi per la progettazione e quelli che potrebbero essere investiti per la concretizzazione dell’opera attraverso la nuova programmazione comunitaria. Che altrimenti andrebbero in fumo nella scongiurabile ipotesi in cui non venisse circoscritto e individuato da parte della Regione il sito logistico della struttura.

Graziano contro il taglio del progetto sull'aeroporto della Sibaritide

SIBARITIDE – (Comunicato stampa) Piano regionale dei Trasporti (PRT), è incomprensibile e assurda la scelta della Regione di cancellare il progetto dell’Aeroporto della Sibaritide, sostituendolo con un più generico programma di realizzazione di uno scalo dell’Alta Calabria. Si attuino subito i dovuti correttivi rintroducendo l’esatta dicitura e l’originaria localizzazione della struttura aeroportuale. Di cui, già negli anni scorsi, lo stesso Governatore Oliverio si rese tra i principali fautori e sostenitori. Esiste un’emergenza mobilità in Provincia di Cosenza che è generata dall’isolamento in cui è costretta l’area ionica e del Pollino.

Aeroporto della Sibaritide, Papasso batte i pugni

CASSANO – (Comunicato stampa) Il sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso ha inviato una missiva al Governatore della Regione, Mario Oliverio, al Presidente del Consiglio Regionale, Nicola Irto, all’assessore al Sistema Logistico, sistema Portuale regionale e sistema di Gioia Tauro, Francesco Russo, al Presidente della Commissione Trasporti, Domenico Bevacqua e ai consiglieri regionali eletti nella circoscrizione Nord della Provincia di Cosenza per sottoporre loro alcune osservazioni inerenti il “Piano Regionale dei Trasporti in particolar modo soffermandosi sull’Aeroporto della Sibaritide”. Il primo cittadino cassanese scrive: “apprendiamo oggi dagli organi di stampa che la quarta Commissione Regionale “Assetto ed utilizzazione del territorio. Protezione delI'Ambiente” presieduta dall’On. Domenico Bevacqua ha dato il via libera al nuovo Piano Regionale dei Trasporti, la cui proposta definitiva è stata già adottata dalla Giunta Regionale con Delibera n.327 del 09/08/2016. Con vivo rammarico e disappunto” dice però il Sindaco Papasso “prendiamo atto che il nuovo Piano elimina la previsione della realizzazione dell’Aeroprto della Sibaritide, annullando anni di lotte e di battaglie affrontate da questo territorio.

Un arresto e un obbligo di firma per usura ed estorsione nella Sibaritide

JONIO – (Comunicato stampa) Una misura cautelare degli arresti domiciliari ed un obbligo di firma nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di usura, estorsione, favoreggiamento e falsità in testamento olografo-cambiale o titoli di credito.
Ad eseguire il provvedimento restrittivo emesso dal GIP del Tribunale di Castrovillari, su richiesta della Procura, dalle prime ore della mattina, sono stati i militari della Guardia di Finanza di Montegiordano, coadiuvati dai Carabinieri della Compagnia di Corigliano. L’operazione ha squarciato il velo su un giro di prestiti con tassi usurari anche del 400% annuo a persone, commerciarti ed esercenti arti e professioni varie in stato di bisogno, ai quali gli istituti di credito e società finanziarie avevano rifiutato il credito. I due destinatari della misura, parenti di terzo grado, agivano principalmente a Trebisacce e dintorni, ma anche nell’intera area della sibaritide. Agli arresti è finito UGOLINI Francesco, di Trebisacce, in quanto ritenuto attore principale dei reati, ritenuto dagli inquirenti, vero e proprio punto di riferimento per quelle persone bisognose di finanziamenti.

Nubifragi a Sibari: l'Area Civicamoderata vicina ai commercianti di Marina di Sibari

CASSANO - (Comunicato stampa) L’area civicamoderata non può e non deve rimanere in silenzio dopo quanto successo a Marina di Sibari. «Esprimiamo piena vicinanza ai commercianti e ai residenti di Marina di Sibari. La situazione odierna è molto molto grave. Occorre accertare le reali responsabilità di quanto è accaduto, soprattutto alla luce del fatto che la stazione idrometrica di Sibari (cod. 1295) segna come valore di pioggia qualcosa come 53mm di pioggia (caduta dalle ore 14.00 alle ore 19.00) e lo dicono i dati Arpacal, non meteorologi improvvisati».

Disarticolata una rete di sfruttamento di immigrati nella Piana di Sibari. Denunciati in 49

SIBARITIDE – (Comunicato stampa) Le Fiamme Gialle della Tenenza di Montegiordano hanno concluso una complessa indagine in materia di intermediazione illecita e sfruttamento di lavoro cosiddetto “Caporalato”, che ha permesso di segnalare all’Autorità Giudiziaria n. 49 soggetti.
Le indagini, avviate a seguito del controllo dei transiti sulla statale ionica e poi delegate dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno interessato il periodo dal mese di febbraio 2015 al maggio del 2016 ed hanno permesso di identificare un soggetto extracomunitario, di nazionalità pakistana tale M.B., ritenuto vero e proprio punto di riferimento, nella piana di Sibari, per quegli imprenditori agricoli che necessitano di manodopera illegale ed a basso costo.

Operazione "Easy Allowance 2": truffa al sistema previdenziale, 242 indagati

SIBARI - (Comunicato stampa) La Guardia di Finanza di Sibari ha eseguito oltre n. 242 decreti di sequestro preventivo ai fini della confisca obbligatoria anche per equivalente, emessi dal Tribunale di Castrovillari (CS), su richiesta della locale Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Dott. Eugenio Facciolla, nei confronti di altrettanti soggetti indagati e indebiti beneficiari di indennità di accompagnamento e indennità previdenziali ed assistenziali.
La misura cautelare, rapportato all’indebito beneficio economico ottenuto, il cui valore ammonta ad oltre 2,1 milioni di euro, ha riguardato beni mobili, immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie nella disponibilità degli indagati. Trattasi, in particolare di: 120 terreni, nr. 83 unità abitative, nr. 2 locali commerciali, nr. 101 autovetture, nr. 13 motoveicoli.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners