Blitz della Procura di Castrovillari: sequestrato depuratore ai Laghi di Sibari

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) La Capitaneria di porto di Corigliano e la sezione operativa navale della Guardia di finanza hanno sequestrato il depuratore dei Laghi di Sibari del Comune di Cassano Ionio. Durante il sopralluogo gli uomini della Capitaneria e della Guardia di finanza hanno accertato la presenza in ingresso nell’impianto di liquidi di colore nero, probabilmente idrocarburi, e altro materiale in corso di accertamento, che viene sversato direttamente nel mare attraverso il Canale degli Stombi.
L’operazione è stata condotta dalla task force coordinata dall’ufficio di procura di Castrovillari, diretto da Eugenio Facciolla, in attuazione del “Protocollo di collaborazione in materia ambientale” firmato nei giorni scorsi con la Regione Calabria col fine di avere tolleranza zero in merito ai reati ambientali.

Irregolarità sul funzionamento del depuratore di Spezzano, quattro persone denunciate

SPEZZANO ALBANESE – (Comunicato stampa) I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Castrovillari in collaborazione con la Stazione Carabinieri Parco di Cerchiara, a seguito di attività di indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, sulla gestione del depuratore comunale di Spezzano Albanese (CS) di località “Infascinato” hanno deferito all’Autorità Giudiziaria quattro persone, tra amministratori, tecnici e imprenditori. Durante l’attività di controllo dell’impianto, già sequestrato dalla Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro nel 2015, sono state rilevate diverse irregolarità sul suo funzionamento in violazione alla normativa ambientale.

Sul depuratore sequestrato a Mottafollone arrivano le precisazioni del sindaco

MOTTAFOLLONE – (Comunicato stampa) Il Sindaco Basile Romeo e l’amministrazione Comunale di Mottafollone hanno predisposto una denuncia contro ignoti per il grave e vile gesto subito all’interno del depuratore comunale dove, giorno giovedì 23/03/2017 in seguito a controllo di Carabinieri e Forestali della Stazione di San Sosti sono stati ritrovati pezzi di amianto buttati appositamente nei pressi dei 2 cancelli di accesso al depuratore ed una anomala interruzione dell’energia elettrica dell’impianto di depurazione stesso, ripartito poi proprio durante il controllo.

Sequestrato il depuratore comunale di Mottafollone

MOTTAFOLLONE – (Comunicato stampa) Militari della Stazione Carabinieri di San Sosti unitamente ai colleghi della Stazione Carabinieri Forestale hanno posto sotto sequestro preventivo in località Ierisi l’impianto di depurazione del Comune di  Mottafollone. Durante il controllo dei militari, finalizzato a verificare le condizioni della struttura, si è accertato il mancato funzionamento dello stesso. Gli scarichi provenienti dalla fognatura pubblica, pur non subendo alcun processo di trattamento depurativo, attraverso una condotta, si riversavano nel Torrente “Occido” ed i fanghi presenti all’interno del depuratore erano depositati sul suolo.

Gagliardi sul depuratore di Saracena: "Nessuna anomalia"

SARACENA – (Comunicato stampa) Relativamente alla notizia del sequestro di una parte delle rete fognaria cittadina, così come riportato stamani (sabato 19 novembre) sulla stampa, si precisa quanto segue:
1) sul depuratore cittadino, uno dei pochi in Calabria ad essere stato autorizzato in modo definitivo dalla Regione Calabria, non è stata riscontrata alcuna anomalia;

Sequestrato il depuratore di Montalto Uffugo

MONTALTO - Il personale della Sezione di P.G. -Corpo Forestale dello Stato- della Procura della Repubblica di Cosenza nella giornata di oggi ha proceduto, coadiuvata dai colleghi del Comando Stazione CFS di Montalto Uffugo, al sequestro dell’impianto di depurazione comunale a servizio delle frazioni Taverna e Pianette, sito in località Taverna nel comune Montalto Uffugo. L’impianto è risultato non funzionante, all’interno della vasca di grigliatura d’ingresso stati rinvenuti dei reflui fognari, un tubo by-pass dal quale i reflui conferiva tal quali nel corpo ricettore del torrente Annea affluente del fiume Crati, i restanti liquami per mezzo di sistema di pompaggio, vengono immesse nelle vasche di depurazione che si presentano colme di fanghi ed in completo stato d’abbandono.

Arriva il nulla osta per i lavori sul depuratore di Fagnano

FAGNANO CASTELLO Il Tribunale del Riesame ha rigettato il ricorso presentato dal Comune di Fagnano Castello per ottenere il dissequestro del depuratore di località Rondinelle. C’è però una nota positiva all’evento, considerato che è stata data allo stesso Ente la possibilità di proseguire i lavori che si erano resi necessari per farlo ripartire.

Fagnano, Vento Nuovo chiede chiarimenti sul sequestro del depuratore

FAGNANO CASTELLO Il sequestro del depuratore di località Rondinelle, nel Comune di Fagnano Castello, messo in atto dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato, sembra essere oggetto di dissapori all’interno della comunità. A renderlo noto è il consigliere comunale del gruppo “Vento Nuovo”, Lucio Gabrielli, il quale ieri ha inviato una missiva al sindaco Giulio Tarsitano (che aveva già detto di aver rispettato gli impegni in merito ai lavori) per presentare “il particolare clima creatosi in seguito al suddetto sequestro del depuratore e alle denunce conseguenti”.
Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners