Asp e Confial si incontrano per migliorare i servizi laboratoriali sullo Jonio In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Asp e Confial si incontrano per migliorare i servizi laboratoriali sullo Jonio

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) Si è tenuto ieri presso l'Asp di Cosenza un tavolo tecnico tra i vari dirigenti dei laboratori Analisi per disegnare un sistema territoriale Laboratoriale capace di offrire oltre 3 milioni di prestazioni di Laboratorio nell’Area Jonica. Un obiettivo ambizioso, con numeri di prestazioni laboratoriali importanti, capace di garantire ai diversi presidi l'autonomia assoluta. Erano presenti il direttore generale dott Raffaele Mauro il coordinatore area ionica dott Francesco Oliverio, dott.ssa Lucia Petrelli Lab Rossano, Dott.ssa Salimbeni Lab ospice Cassano, dott.ssa Grillo Lab Trebisacce, dott Luciano Nociti Coordinatore tecnico Spoke Corigliano Rossano e la CONF.I.A.L. (Confederazione Autonoma Lavoratori) guidata dal segretario nazionale Benedetto Di Iacovo e dal responsabile territoriale Stefano Petrosino.

Finalmente si è riusciti a fare un passo in avanti alla contrattazione tra le parti mettendo in evidenza le diverse problematiche.
La decisione di attivare un tavolo tecnico capace di dare in brevissimo tempo proposte concrete per risolvere le problematiche operative della P.D. (Pronta DISPONIBILITÀ) dei laboratori Analisi di Rossano Corigliano e Trebisacce con il personale attualmente in organico per garantire il diritto agli utenti e ai malati acuti dei vari reparti le prestazioni sanitarie, cercando di valorizzare tutte le varie professionalità in riferimento ai vari profili e assicurando un miglior sviluppo alle varie specializzazione interne quali allergologia e autoimmunità presso il lab di Corigliano Calabro e la tossicologia presso ospice di Cassano.
Le parti si sono impegnate a presentare proposte di cui la più concreta sarebbe stata assunta dallo stesso con una propria e specifica determina. Questa in attesa di definita risoluzione del problema con eventuale messa in mobilità volontaria e/o trasferimento da laboratori in cui in riferimento al rapporto tra statistica produttiva e personale in esubero.
Infatti il personale Tecnico e Dirigente è insufficiente ed è impossibilitato a coprire tutti i turni di P.D. nei vari presidi e in particolar modo presso il presidio ospedaliero di Corigliano Calabro come si denuncia dalle varie richieste del coordinatore dott Luciano Nociti dal 2015 a tutt'oggi.
Ci si auspica che al più presto vengano esplicate tutte le procedure necessarie con urgenza al fine di risolvere in modo definitivo tale carenza.

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners