Trentuno comuni aderiscono al Parco Culturale della Sibaritide In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Trentuno comuni aderiscono al Parco Culturale della Sibaritide

CASSANO – (Comunicato stampa) Sottoscritto nella Città di Cassano All’Ionio, in quanto comune capofila, di un’aggregazione territoriale che ingloba 31 comuni ricadenti nel vasto comprensorio dell’Alto e Basso Jonio cosentino, il protocollo di adesione al progetto relativo alla realizzazione del Parco Culturale della Sibaritide. E’ interessato un ambito territoriale importante di ben 1660 kmq e una popolazione di oltre 167 mila abitanti. Con la firma della convenzione, si apre la seconda fase dell’iter, quella per accedere ai finanziamenti. L’importante progetto in questione, figura tra i 19 approvati, finalizzati alla valorizzazione culturale delle peculiarità presentati da comuni del Meridione e ammesso a finanziamento con risorse europee per un importo di 300 mila euro, provenienti dal Piano di Azione e Coesione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dicastero presieduta dal ministro Dario Franceschini.

Il sindaco Giovanni Papasso, nel corso del suo intervento introduttivo, tra l’altro, così si è espresso: " 31 realtà urbane, oggi si fondono per dare vita alla nascita del Parco Culturale della Sibaritide”. Dopo avere ringraziato i colleghi sindaci per aver voluto Cassano come comune capofila, Papasso, ha sottolineato l’importanza di lavorare in sinergia che porta sempre ottimi frutti. La nostra Amministrazione è da sempre impegnata in prima linea in progetti che riguardino lo sviluppo complessivo del Territorio. Le istituzioni a livello regionale e provinciale, ha aggiunto,sono al nostro fianco. Il progetto del Parco Culturale della Sibaritide, porta la firma dell’Architetto Luigi Cesare Maria Milillo, che è anche Responsabile U.C.G. del PIT4, con la collaborazione dei tecnici dell’U.C.G., della Segreteria del GAL, dei tecnici comunali e dei sindaci che, pur in un periodo complicato per gli innumerevoli impegni istituzionali, hanno trovato il tempo di impegnarsi per centrare il risultato. Il bando del Mibact, ha messo a disposizione dei comuni delle regioni Sicilia, Calabria, Campania, Basilicata e Puglia, 5,6 milioni di euro per sostenere la redazione di progetti integrati finalizzati alla valorizzazione del patrimonio culturale. L'obiettivo del Parco della Sibaritide, nel breve periodo, è quello di favorire strategie d'area che possano assicurare alla Calabria proposte progettuali d'eccellenza che superano le criticità spesso legate alla disarmonia tra piani di fattibilità, progetti esecutivi e piani di gestione e al mancato raccordo con le linee di finanziamento regionali, nazionali ed europee. Mentre, nel lungo periodo, si prefigge di favorire una nuova visione di sistema che esprima coerenza strategica rispetto alle politiche generali ai fini dello sviluppo locale, favorendo processi di governance partecipata nelle azioni di valorizzazione del patrimonio culturale calabrese. Il "Parco Culturale della Sibaritide", inserito tra i 19 progetti di valorizzazione culturale ammessi e finanziati con risorse europee provenienti dal Piano di Azione e Coesione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo 2007-2013 prevede, nelle fasi successive, interventi, anche di carattere infrastrutturale, per la tutela e la conservazione del patrimonio culturale. Il sindaco di Cassano, nell’occasione, interpretando anche il pensiero degli altri colleghi coinvolti nel progetto, ha indirizzato parole di ringraziamento al ministro Franceschini, per l’attenzione riservata al rilancio della cultura, rimettendola al centro della politica nazionale. In tale contesto, rientra a pieno titolo anche l’area della Sibaritide con le sue peculiarità archeologiche, storiche e artistiche. Il progetto del Parco Culturale della Sibaritide, esposto alla platea numerosa e attenta, dall’architetto Milillo, comprende inoltre interventi rivolti alla protezione, alla promozione e alla valorizzazione delle risorse naturali e al miglioramento dei servizi turistici. Ai lavori, sono intervenuti tra gli altri anche il consigliere regionale, Franco Sergio e numerosi rappresentanti di associazioni operanti sul territorio. L’idea forza del progetto ha rimarcato Gianni Papasso, è quella di creare intorno allo straordinario luogo del mito di Sibari, un processo unitario di sviluppo culture che veda protagonisti la pubblica amministrazione, le imprese, la comunità locale e quella scientifica. La realizzazione del Parco, ha concluso, rappresenta una grande occasione per tutta la comunità comprensoriale e in modo particolare per le nuove generazioni, che potranno riappropriarsi di una matrice storico-culturale in grado di rilanciare nel mondo la grandezza della Sibaritide.

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners