"Donne in campo" della Cia a sostegno del centro antiviolenza di Corigliano

"Donne in campo" della Cia a sostegno del centro antiviolenza di Corigliano

CORIGLIANO – Venerdì 9 giugno, una delegazione dell'Associazione Donne in Campo Calabria, guidata dalla sua Presidente Antonella Greco, ha consegnato la cifra di 1000 € al presidente del Centro Antiviolenza Fabiana Luzzi, Dr. Tonino Gioiello, di Corigliano Calabro.
I fondi sono stati raccolti con l'iniziativa "#Piantiamola", lanciata a livello nazionale in occasione dell'8 marzo, Festa della Donna.

Donne in Campo-Cia è la principale Associazione italiana di imprenditrici e donne dell’agricoltura, che lavora creando 'reti’ di donne sul territorio rurale, tessendo relazioni tra le aziende e contribuendo alla creazione di comunità e gruppi locali.
Con l'iniziativa "#Piantiamola", che consisteva nella vendita di piante officinali in occasione dell'8 marzo nelle principali piazze italiane, l'Associazione ha voluto mandare un duplice messaggio.
Da una parte, acquistare una pianta, significa impegnarsi nella sua cura, nel rispetto della sua tipicità e peculiarità, aiutando a risvegliare e riabilitare il ‘femminile' che alberga dentro ognuno di noi come miglior argine alla violenza che si esprime a tutti i livelli, prima di tutto verso le donne. Accudire la vita non è debolezza e distruggerla non è forza è il messaggio che si è voluto ribadire.
Dall'altra l'Associazione ha voluto sottolineare l'importanza del lavoro come risorsa per le donne, una potente arma antiviolenza, che rende libere e rompe da isolamenti e paure. E proprio l'agricoltura, uno dei settore produttivi con il più alto grado di "femminilizzazione", può svolgere un ruolo importante per aiutare la nostra società ad uscire dalla guerra latente del femminicidio.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners