La città di Firmo commemora il 25 aprile coi familiari dei caduti

FIRMO – «Una celebrazione per ricordare ai nostri giovani il valore della libertà ottenuta a caro prezzo durante la guerra di liberazione». È questo il principio su cui il sindaco di Firmo, Gennarino Russo, punta le sue attività per festeggiare la giornata del 25 aprile assieme ai familiari dei caduti di Firmo. Il programma, infatti, che si aprirà alle 10.30 con una cerimonia religiosa officiata da padre Mario Santelli e con la deposizione di una corona a ricordo dei caduti, sarà arricchito dalla presenza di una rappresentanza delle scuole dell'Istituto Omnicomprensivo locale oltre che dei militari della stazione dei Carabinieri di Lungro e dei Vigili Urbani. L'evento, che si svolgerà presso la Villetta Comunale di Piazza XXV Aprile, sarà colorata dai canti dei giovani studenti, fra cui l'inno nazionale, e dalle poesie.

Parere favorevole della Provincia sul senso unico di Corso Cavour a Firmo

FIRMO – Anche la Provincia di Cosenza, settore Viabilità, ha dato parere favorevole all'istituzione del senso unico di circolazione sul tratto di Strada Provinciale 265 che attraversa il centro abitato di Firmo su Corso Cavour. Infatti, l'Ente provinciale, considerate le “motivazioni di pubblica sicurezza e di miglioramento della circolazione veicolare e pedonale”, ha ritenuto concedere il proprio parere favorevole affinché sia istituito il senso unico di circolazione sul predetto tratto di strada.

Il bilancio dei primi tre anni e mezzo di amministrazione a Firmo

FIRMO – Dopo tre anni e mezzo di amministrazione, la squadra di governo, vittoriosa sotto il segno “Rinnova Firmo” e guidata dal sindaco Gennarino Russo, scrive ai cittadini il bilancio delle attività amministrative. Nel documento emergono gli “Importanti risultati raggiunti nonostante la difficile situazione economica dell’Ente”.
In particolare si legge: «L'ultimo ottenuto, in termini di tempo, è il finanziamento concesso dalla Giunta regionale della Calabria, guidata dal Presidente Oliverio, di un 1 milione e 740 mila euro per la realizzazione del nuovo impianto di depurazione che servirà l'intera popolazione e che comprenderà anche la zona di Piano dello Schiavo. Si tratta per il nostro territorio di una delle più grandi opere pubbliche che riguarda uno dei servizi di importanza primaria per i cittadini e per l'ambiente.

Il sindaco Russo contro gli esponenti di "Noi con Salvini": "Riportano frasi prive di fondamento"

FIRMO – (Comunicato stampa) Il sindaco di Firmo Gennaro Russo, dopo l'incontro pubblico per discutere della richiesta della Prefettura di Cosenza circa la disponibilità dei Comuni ad accogliere un numero di migranti, come da accordo tra ANCI e Ministero dell'Interno, nella misura di 2,5 migranti ogni 1.000 abitanti, torna a fare alcune precisazioni.
«Le critiche che provengono da esponenti che si richiamano al movimento “Noi con Salvini” -scrive in una nota-, lungi dall'offenderci, rappresentano un motivo di vanto per chi fa dell'accoglienza e della solidarietà un impegno giornaliero politico e umano».

Progetti di accoglienza, a Firmo se ne parla in assemblea pubblica

FIRMO – Si è appena concluso a Firmo l'incontro pubblico sull'emergenza migranti chiesto dal consigliere di minoranza Antonio Bellizzi e accolto favorevolmente dalla maggioranza guidata dal sindaco Gennarino Russo. L'evento, utile a chiarire i dubbi scaturiti dalla manifestazione di disponibilità ad aderire ad eventuali progetti di accoglienza, richiesta direttamente dalla Prefettura di Cosenza a tutti i sindaci della provincia, è stato colorato da non pochi interventi alcuni anche colorati e forse fuori luogo. Ad ogni modo, a cercare di fare chiarezza già nel suo intervento di apertura è il sindaco Russo che parla di ingiustificato allarmismo sulla questione migranti. Lo stesso spiega come la lettere del prefetto alle amministrazioni comunali abbia chiesto attenzione sul tema dei migranti che potrebbe provocare un eccessivo posizionamento dei migranti su uno stesso territorio.

Imprenditori della Ss534 bloccano lo Scalo di Spezzano Albanese

SPEZZANO ALBANESE - È decisa la protesta delle imprese che lavorano sulla Ss534 e che stamattina hanno stabilito di manifestare pacificamente al quadrivio di Spezzano Albanese Scalo. Oltre 4 mesi il fermo dei cantieri sull'importante bretella di collegamento fra lo svincolo autostradale di Firmo e la Ss106 jonica e 4,5 milioni di euro che la ditta Vidoni deve erogare alle imprese che stanno lavorando nei cantieri. Il tutto con gravi ripercussioni sull'utenza che, quotidianamente, si ritrova a percorrere quella strada. La manifestazione, annunciata nei giorni scorsi dal coordinatore degli imprenditori Pasquale Bauleo, si è aperta intorno alle 8 con il raduno dei manifestanti nei pressi del bivio della Ss283 di Torre Mordillo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners