Alessandro Amodio

Alessandro Amodio

URL del sito web:

Tentato omicidio, 42enne finisce in manette. Una questione di pascolo il movente

SAN DONATO DI NINEA - Una lite per il pascolo d’alcune capre su un terreno privato ha portato un uomo di 42 anni, (T. S. le sue iniziali) armato di coltello, a cercare di farsi giustizia da solo nei confronti d’un sessantenne. Per fortuna la presunta vittima è riuscita a divincolarsi ma il 42enne, già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti - ora ai domiciliari con l’accusa di tentato omicidio - ha ferito, pur di striscio, la moglie dell’uomo (57 anni) ed il figlio (classe 1981). I feriti hanno dovuto rivolgersi alle cure dei sanitari e sono stati dichiarati guaribili in qualche giorno. I fatti nella tarda serata di venerdì, quando intorno alle ore 23 l’uomo - poi arrestato - si è introdotto, presumibilmente alticcio, nell’abitazione situata sulla strada che dal centro storico porta in montagna verso il rifugio di Piano Lanzo.

Mostra di Federico Orlando alla Festa del pane di Altomonte

ALTOMONTE - Ci sarà anche Federico Orlando, 34 anni, cosentino di nascita ma originario di Montalto Uffugo alla “Gran festa del pane” di Altomonte prevista nel prossimo weekend. Il vernissage della sua mostra, “Las flores” (I giardini dell’anima), è previsto per le ore 19 di stasera 19 maggio all’interno del Chiostro domenicano altomontese.  Dal 2012 Orlando è presidente della Fondazione “Amalia Vilotta”, che ha sede appunto a Montalto Uffugo ed è un’istituzione di spirito culturale dedicata alla figura della madre, poetessa contemporanea, prematuramente scomparsa. La passione per l’arte, per la pittura ed il disegno, si manifestano sin da bambino in Federico Orlando.

Auto in fiamme allo Scalo di San Marco

SAN MACRO ARGENTANO - Auto in fiamme probabilmente a causa di un tamponamento ieri mattina sulla provinciale che conduce verso lo scalo di San Marco Argentano. Il pronto intervento d’alcuni cittadini muniti d’estintore ha evitato guai peggiori e sul posto sono anche intervenuti militari della locale Compagnia dei carabinieri. Giusto il tempo necessario per le operazioni del caso, il tutto è stato sgomberato in modo da far riprendere regolarmente il traffico che si era bloccato sull’arteria interessata.

Altomonte, lo Spi-Cgil sulla giornata dell'acqua: "Bene prezioso ma non inesauribile"

ALTOMONTE – Dopo la giornata mondiale dell’acqua, celebrata lo scorso 22 marzo, il direttivo della Lega Spi-Cgil “Altomonte - Esaro” – tramite il proprio responsabile Mario Gaeta – ha voluto esternare il proprio pensiero. Infatti, in una riunione tenutasi nella Camera del lavoro si è discusso dell’importante tema parlando dell’acqua come elemento che è “sinonimo di vita”. Istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite, questa giornata mondiale offre vastissimi spunti ma due in particolare sui quali gli iscritti hanno discusso: l’utilizzo sconsiderato di un bene prezioso ed il ciclo delle acque. «È un bene prezioso perché indispensabile per tutte le forme viventi, ma la stessa disponibilità non è inesauribile.

A Roggiano arriva il banco alimentare per i bisognosi

ROGGIANO GRAVINA - Sarà attivato, presso il Municipio, un servizio di “banco alimentare” in collaborazione con il Banco delle Opere di Carità di Cirò Marina e consisterà nella consegna mensile di una spesa solidale alle famiglie roggianesi più bisognose. Ne hanno dato notizia l’assessore alle politiche sociali Ilenia Addino insieme al sindaco Ignazio Iacone. «Saranno cinquanta – afferma l’assessore nonché vicesindaco – i pacchi alimentari al mese che saranno consegnati (nel rispetto della privacy e della dignità delle famiglie assistite), per un totale di seicento pacchi in un anno, contenenti generi alimentari di prima necessità». L’iniziativa è stata fortemente voluta e «vuole essere un segnale concreto della sensibilità e della vicinanza che ogni istituzione locale dovrebbe dimostrare verso le fasce più deboli della popolazione».

Partita la bonifica sull'isola ecologica e sull'argine del fiume Rosa

SAN SOSTI - Avviato il servizio di bonifica e smaltimento dell’amianto rinvenuto sia nell’isola ecologica quanto sull’argine del fiume Rosa. Il materiale, sequestrato insieme alle rispettive aree nel corso di due distinte operazioni dei militari dell’Arma guidati dal maresciallo Alberto Cestino, sarà rimosso a cura del Comune i cui amministratori erano stati nominati custodi giudiziali. In virtù di ciò, l’Ufficio tecnico comunale ha dovuto impegnare la somma necessaria per l’affidamento del servizio di rimozione, trasporto e smaltimento presso una discarica autorizzata del materiale contenente cemento-amianto e lastre di “eternit”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners