Giuseppe Marsico nuovo vice sindaco a Roggiano

ROGGIANO GRAVINA - A distanza di alcuni giorni dalla revoca dell’ex vicesindaco, il sindaco Ignazio Iacone ne ha nominato un altro. È Giuseppe Marsico, già assessore all’Agricoltura insieme ad altri settori dal 13 giugno del 2016, data in cui è entrato a far parte dell’attuale esecutivo dopo le consultazioni amministrative a vantaggio di “Rinascita democratica”.

La minoranza di Roggiano chiede le dimissioni di sindaco e Giunta

ROGGIANO GRAVINA - Piovono interrogazioni sulla “rabberciata” maggioranza (sette consiglieri su tredici) che governa ancora la cittadina dell’Esaro. È il capogruppo di minoranza ed ex sindaco Salvatore De Maio, “Insieme per Roggiano”, che ne ha presentate ben tre di natura politica, tecnica ed amministrativa. La prima – quella più importante vista la situazione – pretende dal sindaco una risposta «in merito alla recente revoca del vicesindaco e assessore» e a tale proposito chiede «se non ritenga il sindaco che sia onesto, corretto, democratico ed opportuno rassegnare le dimissioni dalla sua carica essendo l'Amministrazione ormai priva del fondamentale sostegno della maggioranza degli elettori che l'hanno votata».

La maggioranza di Roggiano rinnova la fiducia al sindaco Iacone

ROGGIANO GRAVINA  - La maggioranza di “Rinascita democratica” si stringe attorno al suo sindaco. Ignazio Iacone, primo cittadino rieletto il 6 giugno del 2016, ha avuto la conferma della fiducia da parte del suo gruppo. Si è in sette, sindaco compreso, e con questo numero si andrà avanti non sapendo, oltretutto, quali posizioni assumerà l’ex vicesindaco revocata nei giorni scorsi. In attesa di ciò, i sei consiglieri rimasti al fianco del sindaco hanno sottoscritto un documento nel quale attestano la loro stima.

Roggiano, Vano (Pd) vuole la verità sulla revoca alla Addino

ROGGIANO GRAVINA - In attesa d’una replica ufficiale da parte della “defenestrata” vice sindaco, la politica roggianese vive intensi momenti di fibrillazione. Il prossimo civico consesso vedrà la ratifica della decisione presa dal sindaco Ignazio Iacone e, al tempo stesso, la possibile nomina di un nuovo vicesindaco. Probabile anche un rimpasto di Giunta, poiché l’esecutivo deve sempre avere due componenti femminili.

Roggiano, il sindaco Iacone sfiducia il vice sindaco Addino

ROGGIANO GRAVINA  - Il sindaco Ignazio Iacone revoca, con effetto immediato, ad Ilenia Addino le deleghe di vicesindaco ed assessore. La notizia non è un fulmine a ciel sereno perché, evidentemente, non si è ricucito lo “strappo” con la maggioranza determinatosi ad agosto sui lavori di rifacimento di un’antica scalinata quando proprio al sindaco non erano piaciute, con rammarico, alcune esternazioni del suo allora vice.

Il sindaco chiarisce la vicenda della scalinata a Roggiano

ROGGIANO GRAVINA - Si tinge di “giallo” la vicenda della colata di cemento sull’antica scalinata che collega il transito pedonale dalla variante al centro storico, per la quale ci sono state già delle proteste della minoranza e non solo. Infatti, non è sfuggita ai più la dichiarazione, sui social, del vicesindaco, che ha affermato “di essere all’oscuro di tutto”, scaricando, così, “ogni responsabilità sul sindaco e l’intera maggioranza”.

Roggiano, maretta politica in seno alla maggioranza

ROGGIANO GRAVINA - L’estate roggianese rischia di diventare, dal punto di vista politico, più “rovente” delle temperature climatiche. È di ieri mattina, infatti, la decisione di due esponenti di “Rinascita democratica” di dare “l’aut-aut” al sindaco Ignazio Iacone ed al resto della maggioranza, che – va ricordato – è in carica da giugno 2016. In effetti, Pina Vano, unica iscritta al Pd, peraltro assessore con delega, tra l’altro, alla Sanità ed il collega consigliere Salvatore Lanzillotti pongono l’ultimatum «entro il prossimo consiglio comunale», si dicono «disponibili al chiarimento costruttivo» ma in mancanza «non avendo interessi personali, né economici e volendo fortemente il bene collettivo, abbandoneranno il gruppo di maggioranza per passare all’opposizione».

Il presidente Oliverio ha inaugurato una nuova Rsa

ROGGIANO GRAVINA - Comunicato stampa - Il Presidente della Regione Mario Oliverio ha inaugurato ieri a Roggiano Gravina una nuova residenza sanitaria per anziani (Rsa)) di 25 posti, denominata “Villa San Francesco”, precedentemente utilizzata come sede dell’ex Centro Unla. Una struttura che, in seguito alla chiusura del Centro, rischiava di andare alla malora. Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte, insieme al Presidente della Giunta regionale, anche il sindaco di Roggiano Gravina Ignazio Iacone, il vescovo di San Marco-Scalea mons. Leonardo Bonanno, il parroco del paese don Andrea Caglianone, il direttore generale dell’Asp di Cosenza Raffaele Mauro, numerosi sindaci, amministratori e cittadini del comprensorio della Valle dell’Esaro.

Roggiano G., Tiberio Bentivoglio ancora ospite in paese

ROGGIANO GRAVINA - L’imprenditore reggino Tiberio Bentivoglio torna a Roggiano. Proprio qui, a maggio del 2013, venne insignito della cittadinanza onoraria da parte del sindaco Ignazio Iacone per la sua strenua lotta alla ‘ndrangheta. L’evento, denominato “Aperitivo della legalità”, è previsto per il pomeriggio di oggi. In serata, poi, lo stesso Bentivoglio compirà, in una cerimonia ad hoc, un gesto significativo: l’apposizione all’entrata della casa comunale della targa “Qui la ‘ndrangheta non entra”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners