Revocata a Fagnano la delibera per il responsabile finanziario In evidenza

  • La vicenda ha a che vedere con i guai giudiziari sul Tirreno
0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Il Palazzo Municipale a Fagnano Il Palazzo Municipale a Fagnano

FAGNANO CASTELLO - È passata, con i soli voti della maggioranza, la revoca della delibera di Consiglio comunale n. 16 dello scorso 5 luglio avente ad oggetto «l’utilizzo congiunto di un’unità di personale nel Servizio finanziario tra i Comuni di Maierà, Buonvicino, Fagnano Castello e San Sosti». La revoca era legata alla vicenda di Gennaro Marsiglia, sindaco di Aieta e responsabile del servizio finanziario in alcuni enti poi finito in guai giudiziari.

La minoranza, presentatasi in aula con due soli esponenti sui quattro eletti, ha abbandonato i lavori dopo aver votato contro il primo punto all’ordine del giorno che riguardava l’assestamento generale di bilancio e la salvaguardia degli equilibri finanziari. I nove consiglieri di maggioranza, invece, hanno approvato «il riconoscimento dei debiti fuori bilancio». Sulla “vexata quaestio” inerente il terzo punto, quello più delicato, il sindaco Giulio Tarsitano aveva già manifestato la «sua estraneità ai fatti» prendendo «le dovute distanze». Ed al fine d’evitare qualsiasi possibile strascico, ha portato il Consiglio, quale atto dovuto, la revoca del precedente provvedimento inerente la responsabilità del Servizio finanziario. Il sindaco, che è anche presidente del Consiglio, ha ritenuto che «a seguito dell’ordine di esibizione di atti, documentazione e cose della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Paola, nell’ambito del quale s’è appreso dalla stampa del coinvolgimento di Gennaro Marsiglia, già responsabile del servizio Finanziario fagnanese e di altri comuni», di «dover revocare la deliberazione anzidetta e dichiararla immediatamente eseguibile». Nei fatti, il Comune fagnanese «pur non provvedendo a scegliere l’unità di personale cui affidare la responsabilità del servizio finanziario, spettando detta incombenza al Comune capofila (Maierà), non ha inteso proseguire la gestione associata». Infatti, con decreto dello scorso 11 luglio, il sindaco Tarsitano ha nominato quale responsabile del Servizio finanziario l’attuale assessore Cristina Aloia, ritenuta la propria competenza in materia. Messo un punto fermo, dunque, sulla vicenda «anche per evitare – ha concluso il sindaco – le strumentalizzazioni poste in essere al di fuori dei banchi del consiglio e che si sono dimostrate non rispondenti alla verità dato che il nostro Comune è rimasto impelagato nella questione per una pura coincidenza dalla quale comunque si è subito dissociato».   

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners