Serra rilancia "Spezzano in movimento": "Saremo attivi fra la gente"

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Serra rilancia "Spezzano in movimento": "Saremo attivi fra la gente"

SPEZZANO ALBANESE - Riparte il Progetto “Spezzano in Movimento” che riapre le porte alla società civile. Inizia con una serie di riunioni il cammino del gruppo guidato da Luigi Serra, consigliere di opposizione e già candidato a sindaco per lo stesso gruppo nell'ultima finestra elettorale di Spezzano Albanese. Idee chiare e volontà di scendere fra la gente per dare continuità a un progetto che ha detto la sua durante l'ultima campagna elettorale. Dal canto suo il leader del gruppo riconosce gli alti e i bassi dettati dalla vita politica locale ma sottolinea le proprie azioni, in questi tre anni di amministrazione Nociti, ricordando le interpellanze, gli emendamenti e gli atti fatti da consigliere di opposizione.

«Ho preferito mantenere una linea morbida -afferma Serra- da consigliere di opposizione, stimolando discussioni su Terme e acqua potabile. Non ho infierito sulla carenza idrica di questa estate, era palese la cosa, ma avrei preferito fosse stata fatta più informazione per dimezzare il disagio dei cittadini. La mia non è stata un'opposizione cattiva ma c'è stata. Parliamoci chiaro -evidenzia- l'amministrazione non ha fatto molto visto che si fa un consiglio ogni 4 mesi. Stare col dito puntato non costruisce una società civile, bisogna fare le battaglie giuste». Tornando all'attività della squadra di governo, Serra precisa: «Il sindaco aveva detto che il primo anno sarebbe servito da rodaggio, ma ancora oggi siamo fermi al punto zero. Spero che in questo tempo che rimane prima delle elezioni si possa colmare l'inattività dell'amministrazione». E nel ricordare le “promesse non mantenute” come il Por sullo Scalo cittadino, l'attivazione del 118, ecc., Serra dice: «Questa amministrazione di fatto un segno non lo ha lasciato. Occorre riportare vivacità alla politica e coinvolgere le nuove generazioni per uscire da questo clima di apatia che attraversa il paese da quasi due lustri. Voglio far appassionare la gente verso il sociale e la politica. Preciso che il mio non vuole essere un ruolo di leader e candidato a sindaco ma dobbiamo parlare dei programmi di un gruppo che si è già ritagliato un ruolo nelle scorse amministrative. Si aggiungono nuovi volti il tutto nell'interesse della collettività».
In quest'ottica, quindi, il nuovo gruppo riparte per entrare in contatto con la cittadinanza e i membri diventeranno referenti attivi “a prescindere dalle candidature”. Il gruppo, fa sapere Serra, sarà aperto a tutti, mantenendo un orientamento civico ma non partitico. «Per me non esistono i big della politica -chiude-, se vogliono mettere la propria esperienza a disposizione del gruppo va bene, ma non esisterà nessun big».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners