Stalking, conoscerlo per imparare a difendersi

ROGGIANO GRAVINA - Lo stalking e tutti i reati più gravi che ne possono conseguire è diventato purtroppo un problema con il quale fare i conti tutti i giorni. Quasi quotidianamente, infatti, si assiste ad episodi di violenza domestica che sfociano sciaguratamente in terribili femminicidi che, a volte, si potrebbero evitare. La parola “prevenzione” allora diventa uno strumento anche per potersi difendere.

Chiesti i domiciliari per il 47enne di San Marco Argentano

SAN MARCO ARGENTANO - L’interrogatorio di garanzia al quale è stato sottoposto L. C., il 47enne di San Marco Argentano, assistito di fiducia dall’avvocato Benigno Cerchiaro del foro di Paola, si è tenuto regolarmente presso il carcere di via Popilia a Cosenza, dove lo stesso si trova rinchiuso da lunedì scorso. L’uomo, accusato di stalking, minacce, presunta violenza sessuale e addirittura di tentato omicidio nei confronti dell’ex moglie dalla quale si era separato,

Stalking, violenza e minacce: arrestato 47enne a San Marco

SAN MARCO ARGENTANO - Il primo reato è quello di stalking fatto a più riprese ma si parla anche di diverse e pesanti minacce fisiche reiterate nel tempo e soprattutto anche di presunta violenza sessuale e addirittura tentato omicidio nei confronti dell’ex moglie di circa 40 anni dalla quale si sarebbe separato non da molto tempo. I gravissimi fatti sono stati contestati ad un 47enne di San Marco Argentano, L. C., difeso di fiducia dall’avvocato Benigno Cerchiaro del foro di Paola e lo stesso è ora rinchiuso, con le accuse predette, presso il carcere di via Popilia a Cosenza.

Minacciava la ex moglie, arrestato 38enne a Corigliano

CORIGLIANO CALABRO - Lunedì sera, i Carabinieri della Stazione di Corigliano Calabro Centro hanno arrestato C.A. un 38 enne italiano, nato in Germania, ma residente in zona, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Castrovillari – Ufficio G.I.P., per aver posto in essere ripetute condotte vessatorie nei confronti dell’ex coniuge e per aver violato ripetutamente la precedente misura restrittiva già disposta dall’Autorità Giudiziaria.

Arrestato 38enne cosentino per stalking, lesioni personali e danneggiamento

COSENZA - In data odierna personale della Polizia di Stato, a seguito di complessa ed articolata attività d’indagine, ha eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento alle persone offese ed ai luoghi dalle stesse frequentate anche occasionalmente nonché l’obbligo di presentazione alla PG nei confronti di un giovane cosentino di 38 anni.
Nello specifico, nei confronti dello stesso, sono stati raccolti dalla Squadra Mobile in un brevissimo arco temporale, gravi indizi di reità in ordine di stalking rispettivamente nei confronti dell’ex fidanzata e del nuovo compagno della stessa.

Maltrattamento e stalking, arrestato 28enne

COSENZA – (Comunicato stampa) In data odierna personale della Polizia di Stato, a seguito di complessa ed articolata attività d’indagine, ha eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento alle persone offese ed ai luoghi dalle stesse frequentate, nonché l’obbligo di dimora nel comune di residenza con prescrizione di non allontanarsi dalla propria abitazione dalle ore 20.00 alle ore 08.00 nei confronti di un giovane cosentino di anni 28.

Atti persecutori, arrestato 49enne di Montalto

MONTALTO UFFUGO – (Comunicato stampa) Nella decorsa nottata i Carabinieri della Stazione di Montalto Uffugo hanno arrestato in flagranza D.P., 49enne di Montalto Uffugo, per il reato di atti persecutori (stalking).
L’uomo in questione, al termine di una relazione sentimentale terminata da circa un anno, si rendeva autore di una serie di condotte persecutorie, consistenti nell’inoltro di continue telefonate e messaggi alla vittima, oltre che in appostamenti nei pressi della sua abitazione e del luogo di lavoro.

Custodia cautelare a 29enne per violenza sulla convivente

COSENZA - (Comunicato stampa) Oggi, gli uomini della Polizia di Stato della Questura di Cosenza, alle direttive del Questore Liguori, hanno dato esecuzione ad ordinanza di misura custodia cautelare personale, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cosenza dott. Branda, a carico di M.A. di anni 29, per aver reiterato nel tempo azioni violente finalizzate a ledere gravemente l’integrità fisica e morale della convivente V.S. di nazionalità ucraina di anni 30 e per aver cagionato alla stessa ed al figlio minore, di 10 anni lesioni personali.
Le azioni di violenza fisica e morale portate in essere da M.A. hanno origine, per come denunciato dalla vittima alla Polizia di Stato, nel mese di gennaio di quest’anno e sono proseguite fino all’8 giugno u.s., allorquando personale dell’U.P.G.S.P. della Questura di Cosenza, a seguito di una segnalazione pervenuta al 113, interveniva presso il piazzale delle Autolinee ove era stata segnalata un’aggressione nei confronti di una donna e di un bambino, ad opera di un uomo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners