Altomonte, lo Spi-Cgil sulla giornata dell'acqua: "Bene prezioso ma non inesauribile"

ALTOMONTE – Dopo la giornata mondiale dell’acqua, celebrata lo scorso 22 marzo, il direttivo della Lega Spi-Cgil “Altomonte - Esaro” – tramite il proprio responsabile Mario Gaeta – ha voluto esternare il proprio pensiero. Infatti, in una riunione tenutasi nella Camera del lavoro si è discusso dell’importante tema parlando dell’acqua come elemento che è “sinonimo di vita”. Istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite, questa giornata mondiale offre vastissimi spunti ma due in particolare sui quali gli iscritti hanno discusso: l’utilizzo sconsiderato di un bene prezioso ed il ciclo delle acque. «È un bene prezioso perché indispensabile per tutte le forme viventi, ma la stessa disponibilità non è inesauribile.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners