Mundo si ricandida con il sostegno del PD

TREBISACCE - Si è conclusa lo scorso 12 aprile, presso la Sala Consiliare di Trebisacce, l’Assemblea del Partito Democratico, chiamata ad esprimersi sulla candidatura a Sindaco per le prossime elezioni amministrative dell’11 giugno.
In presenza di tanti cittadini e della stampa, sotto la Presidenza di. Monica Manera, il Segretario Pierfrancesco De Marco ha ringraziato i presenti per la numerosa partecipazione (registrata già precedentemente durante la convenzione del 2 aprile per l’elezione del Segretario Nazionale) e ha dato conto del lavoro svolto nei mesi precedenti. Ribadita la naturale collocazione del PD in un progetto politico chiaramente di centrosinistra, ha espresso una positiva valutazione dell’operato dell’Amministrazione uscente “Vivere Trebisacce” che, nelle difficili condizioni in cui notoriamente versano i Comuni della zona, ha realizzato molto anche in termini di visibilità per Trebisacce.

Il consigliere Federico attacca il PD di Luzzi

LUZZI - E’ scontro nel Partito Democratico. A neanche due mesi dalla tornata elettorale per le amministrative, il consigliere comunale uscente Umile Federico attacca duramente il locale circolo del Pd che - a suo dire - si è dimostrato “chiuso “e “ad personam”. Un duro attacco che Federico sferra all’indirizzo del Pd. “Sono deluso per lo scenario politico che si sta delineando nella nostra cittadina, uno scenario disordinato, - afferma Umile Federico - in cui l’unico scopo è “prendere voti”; la mia politica non si è mai basata sui personalismi, - prosegue - ma sulla cooperazione, in quanto credo che nessun uomo possa soggiogare l’altro”. Il consigliere Federico ritiene che nella cittadina luzzese “le persone che occupano posti di potere politico da circa venticinque anni debbano lasciare il posto a chi ha voglia di fare, poiché questo status di cose ha come unica conseguenza un’ulteriore distruzione di Luzzi.

Emiliano ad Acquaformosa inciampa e rompe il perone

ACQUAFORMOSA – Spiacevole incidente per Michele Emiliano questa mattina ad Acquafromosa. Durante un ballo con il gruppo folk che lo accoglieva nella piccola comunità arbëreshe, il presidente della Regione Puglia e candidato alla segreteria nazionale del Pd ha inciampato e rotto il perone. A darne notizia è stato lo stesso sventurato dalla sua pagina Facebook in cui afferma di stare bene e di non preoccuparsi, sottolineando di avere il “morale alto”.

Emiliano visita Acquaformosa. Per le primarie qui ha preso l'82% dei voti

ACQUAFORMOSA - «Il governatore della Puglia e candidato alla segreteria del Partito Democratico, Michele Emiliano, sarà ad Acquaformosa giovedì 6 aprile nell'ambito del tour calabrese». Ad annunciarlo l'assessore all'accoglienza del comune di Acquaformosa e delegato per l'immigrazione della Regione Calabria, Giovanni Manoccio. Due gli appuntamenti in programma, alle 10:30 saluto alla cittadinanza in piazza Papas Vincenzo Matrangolo, a seguire convegno sul tema "l'accoglienza e il sistema SPRAR" e poi visita nel centro minori e nei luoghi dell'accoglienza che rappresentano un modello europeo.

La consigliera Diodati prende le distanze dal Pd in Consiglio Comunale

TERRANOVA DA SIBARI - «Il dibattito politico di questi ultimi giorni, le chiacchiere da bar e una certa confusione sugli organi di stampa hanno reso necessario un mio chiarimento in seno all'ultimo consiglio comunale, unico luogo deputato ad accogliere la mia dichiarazione di indipendenza dal gruppo Pd di minoranza in modo ufficiale e istituzionale e trasparente». Così la consigliera di minoranza Angela Diodati ha chiarito la propria posizione politica di indipendenza dal gruppo dei democrat. La stessa spiega: «Ho preso parte al gruppo Pd circa un anno fa, pur non provenendo da quella storia, con la convinzione che l’opposizione avesse bisogno di voci compatte nell’ottica che l’unione fa la forza. Mi sono prodigata nell'attività amministrativa -spiega Diodati- con impegno, coerenza e onestà, rispettando gli impegni assunti in campagna elettorale. Ricordo a me stessa che tutti quegli impegni sono la base del mio agire politico e sono la ragione unica delle mie scelte.

Ampliamento dello staff del sindaco, il PD di Villapiana attacca

VILLAPIANA – (Comunicato stampa) Il 21 settembre alle ore 14.05 si è riunita la giunta municipale del comune di Villapiana che, con verbale n. 111, all’unanimità, ha deliberato l’ampliamento dello staff del Sindaco da tre a quattro unità; con decreto Sindacale n.8614 dello stesso giorno è stato nominato, componente dello staff del Sindaco di Villapiana, l’Avv. Leonardo Valente da Francavilla Marittima. Noi, come anche la maggior parte dei Villapianesi, non conosciamo l’Avv. Valente, per cui non possiamo e non vogliamo esprimere alcun giudizio, ma nel panorama politico di Villapiana non c’era una figura “equiValente” che potesse assolvere a questo “inutile” compito? A cosa serve uno staff di quattro persone in un comune di cinquemila abitanti? (in proporzione Corigliano o Rossano dovrebbero averne 30/40).

Catapano e Tocci si auto sospendono dal Partito Democratico

CIVITA - I sindaci di Frascineto, Angelo Catapano, e di Civita, Alessandro Tocci, si auto sospendono dal Partito Democratico. È questa la determinazione a cui sono arrivati i due amministratori delle cittadine arbëreshe, contigue territorialmente, che questa mattina hanno fatto sapere, attraverso una conferenza stampa, tutte le problematiche e le cause che hanno portato alla rottura definitiva con i democrat. All'origine del dissapore c'è la mancanza di dialogo e, sottolineano, l'assenza della politica nella gestione del governo nazionale e della conseguente adeguatezza del governo regionale alla miope politica che vuole estromettere i piccoli comuni dalla compagine amministrativa italiana.

Il Pd di Spezzano forma il Comitato per il sì al Referendum Costituzionale

SPEZZANO ALBANESE – Il 1 Agosto scorso il circolo PD di Spezzano Albanese si è riunito per ufficializzare il Comitato del “Sì” per il Referendum Costituzionale.
Il segretario del gruppo, Manuela Giordano, per l'occasione ha ricordato come "nell'autunno 2016, in data ancora da destinarsi, gli italiani saranno chiamati a votare per il Referendum Costituzionale”.
Quindi la sua proposta di votare per il “sì” al fine di “terminare l'esperienza del bicameralismo paritario con un conseguente significativo contenimento dei costi della politica”.

Polemiche sul circolo del PD di Sant'Agata. Tolve: "Branda chieda la tessera"

SANT'AGATA DI ESARO – La bagarre politica attorno al locale circolo del Partito Democratico di Sant'Agata di Esaro continua inesorabile. Se da un lato il sindaco Luca Branda continua a chiederne il commissariamento, dall'altro l'ex sindaco Domenico Tolve cerca di capire le dinamiche che spingono a questa richiesta. E lo fa scrivendo una missiva al Segretario Nazionale del PD, Matteo Renzi, al Segretario Regionale, Ernesto Magorno, e al Segretario Provinciale Luigi Guglielmelli.

Il PD di Saracena si organizza per le prossime amministrative

SARACENA – (Comunicato stampa) «La comunità di Saracena si avvia ormai verso le elezioni amministrative della primavera del 2017. Dopo 10 anni di Amministrazione a guida Gagliardi, i cittadini saranno chiamati ad eleggere un nuovo consiglio comunale, un nuovo Sindaco e una nuova amministrazione. C’è grande fermento nella comunità in vista di questo importante appuntamento». Lo scrive Renzo Russo, Segretario PD Saracena, che aggiunge: «Il Partito Democratico, unico partito organizzato presente a Saracena, da mesi ormai ragiona al suo interno su una proposta da elaborare e da presentare alla cittadinanza nella prossima competizione elettorale. Qualche furbetto ha pensato bene nelle scorse settimane di agitare le acque parlando di rotture all’interno della nostra sezione.

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners