Testimonianza di Arco a Roma all'evento “Insieme contro il cancro”

ROGGIANO GRAVINA - Nell'ambito del Progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, è stato siglato nei giorni scorsi a Roma un accordo di legislatura 2018/2023 fra le associazioni pazienti, la commissione tecnico-scientifica, l’intergruppo parlamentare nazionale e quelli regionali aderenti. In pratica, per la corretta ed uniforme presa in carico e cura del paziente oncologico e onco-ematologico, fatte tutte le premesse del caso, le parti hanno sottoscritto un accordo, impegnandosi – nei limiti delle risorse messe a disposizione dal Servizio Sanitario Nazionale al fine di raggiungere la sostenibilità del Sistema – a perseguire gli obiettivi dello stesso nell’ottica della continuità delle azioni poste in essere negli ultimi quattro anni dagli attori del progetto anzidetto.

Roggiano, marcia simbolica di Arco contro il cancro

ROGGIANO GRAVINA  - Grande partecipazione popolare alla marcia simbolica proposta da Arco (Associazione ri-uniti Calabria oncologia) contro il cancro. Partendo dalla Chiesa madre roggianese, la stessa è proseguita per corso Umberto, piazza Marconi fino a piazza dell’Olmo.

Stasera a Roggiano marcia simbolica di Arco contro il cancro

S. AGATA D’ESARO  - Dalla cittadina dell’Esaro, dove ha sede l’Arco Associazione Ri-uniti Calabria oncologia, a Roggiano Gravina per testimoniare che «la solidarietà non ha confini». «Un male da combattere quello del cancro – ha affermato alcuni giorni or sono Francesco Provenzano, presidente della Onlus – solo con la prevenzione, l’informazione, la solidarietà». E dopo la giornata della prevenzione in onore di “Emilia Gatto” conclusa in piazza monsignor Antonio Montalto a Sant’Agata, il tutto si sposterà domani, 22 agosto, nel centro storico roggianese per una «marcia simbolica denominata «Lascia la tua impronta contro il cancro».

Solidarietà fra prevenzione e immigrazione, se n'è parlato a Roggiano Gravina

ROGGIANO GRAVINA  - La presenza dell’assessore regionale alla cultura, Maria Francesca Corigliano, ha impreziosito l’evento socio-culturale organizzato dall’Arco (Associazione Ri-uniti Calabria oncologia). L’esponente della Giunta Oliverio ha «lodato il fermento culturale dell’Esaro» aggiungendo di essere rimasta «colpita dalla varietà di competenze estrinsecate del corso della serata». “Non solo terapie”, questo il nome dato all’incontro, s’è occupato di solidarietà: quella dei corridoi di un qualsiasi reparto oncologico e quella che ci deve essere, attraverso l’accoglienza, verso quei migranti ai quali bisogna dare la giusta attenzione.

Da Roggiano a Pescara, l'Arco a supporto del Cosenza Calcio

ROGGIANO GRAVINA - Uno striscione con il logo dell’Associazione Arco - Roggiano e la scritta rossoblù “Forza Cosenza” è comparso di recente sulle scalee dell’”Adriatico – Cornacchia” di Pescara. L'ha portato in Abruzzo una delegazione del sodalizio - partita da Roggiano e guidata dal presidente Francesco Provenzano - per esporlo in tribuna Majella nella decisiva partita valsa poi la promozione in Serie B. Ora lo stesso è stato donato al Club “rossoblù” di Roggiano Gravina con l’auspicio di poterlo vedere esposto  sulle gradinate del “San Vito – Marulla” nel prossimo campionato di Serie B.

Il magistrato Rocco Cosentino sensibilizza la lotta ai tumori

ROGGIANO GRAVINA - «Chi soffre d’una malattia oncologica non vuol dire che abbia una sentenza definitiva, alla fine – parola di magistrato – c’è sempre la Cassazione!». Con quella che potrebbe sembrare una battuta, s’è concluso l’interessante incontro che ha visto l’autorevole presenza di Rocco Cosentino, sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Palmi, per la presentazione del suo libro «Nata sotto il segno del cancro». Una conclusione che, invece, «è un imprescindibile inno alla voglia di vivere!».

Sottoscrivi questo feed RSS

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners