La nuova amministrazione di Spezzano Albanese è pronta per essere presentata

SPEZZANO ALBANESE – La squadra di governo dell'appena rieletto sindaco di Spezzano Albanese, Ferdinando Nociti, è stata formata ed è pronta per essere presentata. L'occasione sarà quella del primo consiglio comunale previsto per domenica 9 giugno alle ore 18.30, momento in cui, esaminate le condizioni di incandidabilità, ineleggibilità e incompatibilità del sindaco e dei consiglieri eletti nella consultazione del 26 maggio, il sindaco farà il suo giuramento e presenterà la nuova giunta e gli incarichi donati ai consiglieri eletti.

Il futuro di Spezzano oggi dipende dal sindaco Nociti

Con 1982 voti ottenuti dalla lista “Impegno e Passione”, il dott. Ferdinando Nociti è stato riconfermato Primo cittadino di Spezzano Albanese, entrando, a pieno titolo, nella storia politica della comunità arberëshe più grande, almeno, della Calabria, considerato che per la prima volta, dopo la riforma dell'elezione diretta del Sindaco del 1993, i cittadini spezzanesi hanno inteso rinnovare la fiducia al sindaco uscente, aderendo al messaggio elettorale rappresentato, in sintesi, dalla necessità di stabilità, nonché di continuità amministrativa per rilanciare il paese medesimo.
Del resto, al neo-eletto, oltre a raggiungere il primato storico del politico più longevo, è stato riconosciuto, ormai, il ruolo di “dominus assoluto” della politica nostrana, non sussistendo, allo stato, alcuna personalità ovvero forza in grado di contrastarne la posizione egemonica.

Amministrative: ecco i risultati a Spezzano, Terranova e Tarsia

SPEZZANO ALBANESE – Tripudio di voti per il sindaco uscente Ferdinando Nociti che, dopo una campagna elettorale non certo rilassata, riesce ad imporsi sui candidati avversari con 1979 voti ed un distacco significativo sui contendenti. Nella giornata di lunedì 27 maggio il sindaco uscente riesce a scrivere una pagina di storia importante, poiché dopo circa 30anni firma il secondo mandato che, a queste latitudini, era diventato uno sfuocato ricordo.

Riapre la chiesa di Costantinopoli dopo i danni causati da un fulmine

SPEZZANO ALBANESE – Sarà riconsegnata giovedì 11 aprile alla comunità di Spezzano Albanese la chiesa di Costantinopoli, gravemente danneggiata nel mese di novembre scorso a causa di un fulmine che aveva squarciato il campanile e compromesso la sua stabilità. Si tratta di un'operazione importante e impegnativa che l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Ferdinando Nociti ha voluto mettere in atto per rimettere in sicurezza l'importante luogo di culto, adiacente al cimitero cittadino. A seguire i lavori è stato l'assessore alle Opere Pubbliche, nonché vicesindaco Giuseppe Liguori che ha spiegato come la saetta avesse danneggiato significativamente la cuspide del campanile.

Il camper della Polizia incontra i cittadini di Spezzano Albanese

SPEZZANO ALBANESE – Una mattinata di senso, all'insegna della sensibilizzazione contro la violenza di genere, quella promossa dalla Polizia di Stato e organizzata a Spezzano Albanese dall'Associazione Culturale MeEduSA sabato 30 marzo nella piazza della Vittoria, antistante la scuola elementare. Qui il camper della Polizia della Questura di Cosenza ha impegnato la comunità spezzanese con il progetto “Questo non è amore”, informando i cittadini e promuovendo la prevenzione contro la violenza sulle donne.

Nociti ringrazia le associazioni per l'ottima organizzazione del Carnevale

SPEZZANO ALBANESE – Il sindaco di Spezzano Albanese, Ferdinando Nociti, con il consigliere delegato al Turismo, Spettacolo e Marketing, Giuseppe Gazzarano, hanno incontrato questa mattina presso l'ufficio del primo cittadino le associazioni “Na Jemi”, Arci e “il Destriero” per ringraziare e fare i complimenti “per l'ottima organizzazione del Carnevale appena trascorso”.
«È stata la dimostrazione -ha detto Nociti- di come l'amministrazione comunale ha inteso lavorare in questi anni, cercando anche nei momenti di divertimento di rimanere nel solco della propria cultura, tradizione e identità.

Il PD di Spezzano Albanese si congratula con Nociti

SPEZZANO ALBANESE - Il direttivo del PD -sezione di Spezzano Albanese- esprime viva soddisfazione per la riconferma alla provincia del sindaco Ferdinando Nociti.
«Nella tornata di domenica 24 febbraio -dice il segretario Manuela Giordano-, il PD è riuscito ad incamerare un totale di 8 seggi, risultato importante e che lascia ben sperare se rapportato alla situazione nazionale caratterizzata dalle singolari politiche del governo giallo-verde.

Il sindaco Nociti rieletto nel consiglio provinciale

SPEZZANO ALBANESE – Il sindaco di Spezzano Albanese, Ferdinando Nociti, è stato rieletto nel consiglio provinciale di Cosenza. Il voto, tenutosi ieri presso il Palazzo Provinciale, ha visto Nociti emergere con un risultato rispettabilissimo. Infatti, è stato confermato con 3017 voti nella lista Provincia Democratica, risultando il terzo eletto della compagine. Centro sinistra, dunque, riconfermato alla guida dell'Ente con oltre 42mila voti. Soddisfatto il presidente Franco Iacucci che a margine dello spoglio ha commentato: «Ottimi i risultati delle forze di maggioranza uscente e riconfermata. I numeri sono chiari e inequivocabili: qui a Cosenza il dato è assolutamente in controtendenza rispetto a quanto accade su tutto il territorio nazionale.

"Spezzano in movimento" torna in piazza in vista delle prossime amministrative

SPEZZANO ALBANESE – In vista delle prossime amministrative a Spezzano Albanese, l'attività politica nella cittadina arbëreshe riprende vita. I primi a tornare in piazza sono quelli del gruppo “Spezzano in Movimento”, guidato da Luigi Serra (candidato a sindaco nell'ultima tornata elettorale e attualmente consigliere di minoranza), che domenica 27 maggio, a partire dalle ore 19.30 presso il piazzale delle Scuole Elementari, incontreranno i cittadini per un pubblico comizio.

Riaperto il traffico a doppio senso di marcia sul ponte del Crati a Terranova

TERRANOVA DA SIBARI - Dopo una lunga attesa, durata quasi 10 anni, finalmente il Ponte sul fiume Crati è stato riaperto al traffico veicolare in entrambe le corsie di marcia.
Era il dicembre 2008, quando a causa delle incessanti precipitazioni atmosferiche abbattutesi sul territorio, il corso del fiume Crati, ingrossatosi in maniera spropositata, provocò danni alla stabilità dei piloni che sorreggono le travature di questo importate manufatto, tale da consigliarne la inibizione alla circolazione di autovetture e mezzi pesanti, con tutti i gravi disagi che la popolazione locale e gli agricoltori terranovesi si sono dovuti sobbarcare per tutto questo tempo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners