Esaro, prima nevicata nel 2019 in tutto il comprensorio In evidenza

  • Scuole chiuse in tutti i centri del territorio
Coltre nevosa al Passo dello Scalone, 740 m. s.l.m Coltre nevosa al Passo dello Scalone, 740 m. s.l.m

VALLE DELL'ESARO -  I disagi non sono stati tantissimi ma la prima neve dell’anno ha fatto capolino in tutto il comprensorio dell’Esaro. Nella notte tra mercoledì e giovedì i fiocchi sono cominciati a cadere copiosi nelle zone più alte come San Donato di Ninea, Fagnano Castello e Sant’Agata d’Esaro passando per Malvito, Santa Caterina Albanese e Mottafollone. Ma si sono visti anche nei comuni con meno altimetria come San Marco Argentano e Roggiano Gravina.

La nevicata è proseguita anche nella mattinata di ieri tanto che in quasi tutti i centri i sindaci hanno disposto, con apposite ordinanze, la chiusura delle scuole d’ogni ordine e grado, alcuni anche per domani venerdì 11 gennaio. A San Donato, in particolare, a causa delle condizioni meteorologiche molto avverse e soprattutto per i picchi di temperatura “sotto-zero” che si sono verificati nelle ultime ore, il Comune ha dovuto dotarsi con urgenza d’un ingente quantitativo di sale per il disgelo stradale. Il suo utilizzo è servito per consentire la viabilità ordinaria delle strade cittadine ma anche per i vicoli del centro storico, abitato per lo più da persone anziane. Gli operatori comunali dei centri interessati, quasi tutti Lsu o personale in mobilità, si sono attivati per la pulizia delle strade ed è stata chiesta la collaborazione dei cittadini per osservare le disposizioni indicate nelle rispettive ordinanze. Qualche disagio alla circolazione si è registrato sulle provinciali del territorio. Sulla provinciale fagnanese 270 è consigliabile il transito con pneumatici invernali o catene montate anche a causa del possibile ghiaccio che potrebbe formarsi; stesso discorso sulla Sp 263 che dall’entroterra va verso il Tirreno, specie al Passo dello Scalone (740 m. s.l.m.) da Sant’Agata verso Belvedere e viceversa. Difficoltà di transito soprattutto per i mezzi pubblici. Come sempre è consigliabile mettersi in viaggio nei casi strettamente necessari e, comunque, ben equipaggiati per evitare possibili disagi specie sulle strade montane. La situazione viene comunque monitorata dalle autorità interessate e secondo le previsioni il tempo dovrebbe migliorare. Tuttavia l’allerta meteo sembra non essersi concluso completamente anche per i prossimi giorni. Ai disagi stradali ha fatto da contraltare la gioia dei tanti bambini che hanno accolto la coltre nevosa sapendo di poter saltare la scuola dedicandosi così a giochi e scherzi con palle di neve. In molti, in buona sostanza, hanno potuto ammirare un panorama diverso anche scattando qualche foto ricordo. I lavoratori impegnati nelle operazioni di soccorso per il maltempo hanno comunque garantito interventi soprattutto a chi ne ha avuto bisogno come gli anziani.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners