Stasera a Roggiano marcia simbolica di Arco contro il cancro

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Sant'Agata, il Tressette solidale a favore di Arco Sant'Agata, il Tressette solidale a favore di Arco

S. AGATA D’ESARO  - Dalla cittadina dell’Esaro, dove ha sede l’Arco Associazione Ri-uniti Calabria oncologia, a Roggiano Gravina per testimoniare che «la solidarietà non ha confini». «Un male da combattere quello del cancro – ha affermato alcuni giorni or sono Francesco Provenzano, presidente della Onlus – solo con la prevenzione, l’informazione, la solidarietà». E dopo la giornata della prevenzione in onore di “Emilia Gatto” conclusa in piazza monsignor Antonio Montalto a Sant’Agata, il tutto si sposterà domani, 22 agosto, nel centro storico roggianese per una «marcia simbolica denominata «Lascia la tua impronta contro il cancro».

Facendo un passo indietro, l’evento finale nella cittadina santagatese ha visto alcuni interpreti locali suonare e cantare in ricordo di “Faber”, il compianto De André, non prima però d’aver dedicato un minuto di raccoglimento alle vittime del ponte Morandi, tra le quali un caro amico di Carmelo Guaglianone, organizzatore del mini-concerto, che alla chitarra insieme al figlio Gianfilippo al flauto hanno intonato “Creuza de ma” che il cantautore aveva dedicato proprio alla sua “Zena”.  Tanti i gesti “fattivi” per far crescere l’associazione non solo nella serata musicale ma anche al resto della giornata che aveva visto l’apertura della scatola delle donazioni a cura dei bambini e quindi un torneo di Tressette solidale a cura di Emanuele Martorelli. Stasera, quindi, dalle ore 19 in poi, la marcia simbolica partirà dalla Chiesa madre roggianese proseguendo per corso Umberto, piazza Marconi fino a piazza dell’Olmo. Sono stati invitati a partecipare tutti i sindaci della Valle dell’Esaro. Il presidente Provenzano darà il suo saluto prima del dibattito sul tema: «Prevenzione tumorale tra ambiente e alimentazione». Previsto anche stasera un momento di vicinanza e solidarietà per le vittime della recente tragedia di Civita, nelle gole del Raganello. Infine, la prevista “pedalata contro i tumori”, un percorso di sette chilometri a cura del “Ciclo club Sant’Agata” e della “Sade in bike”, è stata rinviata causa maltempo a domani 23 agosto sempre con il motto: «Il cancro è una parola, non una sentenza».

Informazioni aggiuntive

  • Occhiello: Ricordate anche le vittime del ponte Morandi a Genova e di Civita
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners