Oggi l'ultimo saluto al 24enne perito a causa di un tragico incidente In evidenza

  • Fatale lo scontro dei giorni scorsi con un furgone in provincia di Brescia
0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Gli Spedali civili di Brescia e, nel riquadro, lo sfortunato giovane Gli Spedali civili di Brescia e, nel riquadro, lo sfortunato giovane
Hostaria Antico Borgo

ROGGIANO GRAVINA - La cittadina dell'Esaro è listata a lutto, ed oggi pomeriggio darà il suo ultimo saluto a Roberto Miraglia, lo sfortunato ragazzo di 24 anni perito dopo alcuni giorni da quello che si è rivelato un tragico incidente stradale. Sgomento, rabbia e disperazione: sono i sentimenti che si sono toccati con mano in questi giorni nella cittadinanza roggianese. Persone praticamente scioccate dopo la bruttissima notizia arrivata da Brescia. Il giovane Roberto Miraglia, appena 24enne, è morto agli Spedali Civili della città lombarda dopo il bruttissimo incidente stradale di qualche giorno addietro. C’è stato un sottile filo di speranza in tutti: nella mamma Franca, nel papà Vincenzo, nella sorella Giulia e nel fratello Enrico. Poi, però, quando s’è spenta anche l’ultima fiammella, nella comunità roggianese è scattato il silenzio.

Silenzio che vuole soprattutto esprimere cordoglio per una così grave perdita.  Roberto, residente da qualche tempo a Calcinato (Brescia) era andato lì per motivi di lavoro. Uno dei tanti nostri giovani che partono in cerca di fortuna. Ed anche lì, Roberto, ragazzo solare e pieno di vita aveva trovato soprattutto degli amici specie tra i giovani che si ritrovavano in un noto bar del centro cittadino per giocare a biliardo. Lo schianto, purtroppo fatale, era avvenuto lo scorso 23 luglio. Poi, dopo alcuni giorni di coma è arrivata purtroppo la morte. Intorno alle 15,30 di quel pomeriggio che si è tramutato in tragedia Roberto stava percorrendo, a bordo della sua moto, la provinciale 4 all’altezza di Padenghe sul Garda (Brescia). In quell’istante lo scontro con un furgone che proveniva in senso opposto. La dinamica del tragico sinistro è al vaglio degl’inquirenti intervenuti che avrebbero constatato come il ragazzo fosse stato sbalzato dalla sella e dopo un volo d’alcuni metri rimasto sull’asfalto. Sul posto è arrivato ben presto anche l’elisoccorso per trasportare il 24enne ma le sue condizioni erano apparse subito gravi. In un primo momento il giovane era stato fatto rinvenire sul posto grazie anche all’intervento di un’ambulanza. Poi il trasporto agli Spedali civili bresciani dove è mancato.  Tantissimi i ricordi sui social tra i quali spicca una frase: «Ti abbiamo conosciuto come un grande amico, ragazzo con tanta voglia di costruirsi il tuo futuro al nord; oggi purtroppo tutto quello che resta di te è racchiuso nei nostri ricordi».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners