Sarà inaugurata la scuola dell'Infanzia di contrada Morbone - Casello

Sarà inaugurata la scuola dell'Infanzia di contrada Morbone - Casello

ALTOMONTE – (Comunicato stampa) La scuola dell’Infanzia di Contrada Morbone/Casello – dell’Istituto Comprensivo “G. Zanfini” è tra le 60 città italiane individuate dal Progetto Fare Scuola, iniziativa nazionale portata avanti da Enel Cuore Onlus e dalla Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi, che nei prossimi tre anni si pongono come obbiettivo la realizzazione di diversi interventi nelle scuole dell’infanzia e scuole primarie (fascia di età 3 – 11 anni) su tutto il territorio nazionale. Le operazioni di ristrutturazione e riqualificazione degli spazi scolastici, intesi come contesti di apprendimento e luoghi di relazione, sono destinati alle scuole che presentano uno stato di difficoltà economica e strutturale.
Il progetto è patrocinato della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

L’interventi di riqualificazioni effettuati sulla struttura della Scuola dell’Infanzia della contrada altomontese saranno inaugurati dall’Amministrazione Comunale di Altomonte e dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto comprensivo Roggiano Gravina /Altomonte “G. Zanfini” il prossimo lunedì 3 aprile 2017 alle ore 12.00 presso la struttura scolastica.
L’intervento progettuale proposto dall’Arch. Giulio Ceppi della Total Tool s.r.l ha attenuato la rigidità impiantistica della scuola, aumentando la fluidità spaziale e creando una maggiore continuità tra gli spazi. Inoltre, la relazione tra gli ambienti è stata valorizzata mediante l’introduzione di nuove cromie, elementi grafici, arredi e pareti trasparenti, conferendogli una maggiore identità, un maggior impatto comunicativo e una diversa qualità ambientale.
L’assessore al Turismo, Cultura e Istruzione Avv. Lina Fittipaldi e il Vice Sindaco Domenico Giglio sottolineano che “Il progetto Fare Scuola è un’operazione importante e lungimirante che unisce in una solida partnership la sensibilità di Enel Cuore con l'esperienza e la professionalità della Fondazione Reggio Children sul tema dell'educazione. Il progetto proposto per la Scuola dell’Infanzia di contrada Morbone – continuano - ha consentito alla scuola di riprendere quella centralità insita nella loro missione e soprattutto di riqualificare gli spazi comuni destinati ai bambini.
Come afferma Maria Patrizia Grieco, Presidente Enel fare scuola è “un progetto che non prevede semplicemente interventi strutturali sugli edifici scolastici ma contiene una visione pedagogica che aiuti le scuole, attraverso il coinvolgimento diretto degli educatori e delle famiglie, ad essere sempre più vicine ai bisogni educativi dei bambini. L’attenzione verso la scuola e alle nuove generazioni rappresenta la base per uno sviluppo sostenibile delle comunità. Il nostro futuro passa attraverso i bambini di oggi”.ARI – (Comunicato stampa di Solidarietà e Partecipazione) Certe volte preferiremmo non avere ragione. E preferiremmo che le bugie del sindaco Lo Polito avessero un fondamento di… verità. Purtroppo non è così. I nostri allarmi sull’aggressione all’Ospedale di Castrovillari e al diritto alla salute delle popolazioni del comprensorio, apparentemente inarrestabile, trovano l’ennesima, inaccettabile conferma.
Due, dei quattro ortopedici assunti dopo l’autorizzazione del Commissario regionale -autorizzazione data esplicitamente per l’Ospedale di Castrovillari- sono stati trasferiti alla Divisione di Ortopedia dell’Ospedale di Paola, con un provvedimento del Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, Raffaele Mauro. La ricaduta immediata è la chiusura dell’ambulatorio pomeridiano di Ortopedia, che sarà funzionante così solo al mattino (se dovete farvi male, scegliete questa fascia oraria!). La ricaduta concomitante, è la pietra tombale che così si mette alla possibilità di riaprire il Reparto di Ortopedia. Ed ecco spiegato perché il concorso per Primario di Ortopedia a Castrovillari –autorizzato anch’esso, e da tempo, dal Commissario regionale, Massimo Scura, non è mai stato bandito. Boicottaggio! Volontà di favorire altri con le risorse spettanti a Castrovillari. Quale la risposta del sindaco Lo Polito, Primo Garante e Responsabile della Salute dei Castrovillaresi? Un letargico e connivente silenzio, condito di rassicurazioni false e conniventi anch’esse: “Tutto va bene, ho avuto garanzie, ringrazio il Direttore Mauro, l’Ortopedia sta per riaprire”, e via farneticando. Chiediamo l’immediato ritiro del provvedimento-scippo, chiediamo l’immediato varo del concorso di Primario Ortopedico a Castrovillari e di tutti quei concorsi relativi a posti già autorizzati, chiediamo l’immediata convocazione della Commissione comunale Sanità e di un Consiglio Comunale ad hoc, chiediamo venga immediatamente proclamato dal letargico sindaco Lo Polito uno stato di mobilitazione da portare fisicamente alla sede cosentina dell’ASP, assieme alla richiesta di una urgentissimo incontro, a Castrovillari, con il Direttore dell’ASP, Mauro. Invitiamo tutte le Forze sociali e politiche della città a far fronte compatto in difesa dell’Ospedale. Basta scippi, basta vessazioni gratuite, basta attacchi inaccettabili al diritto alla salute.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners