Nuove attrezzature e personale per l'ospedale sammarchese In evidenza

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
Nuove attrezzature e personale per l'ospedale sammarchese

SAN MARCO ARGENTANO – (Comunicato stampa) Da pochi giorni, la Direzione Generale dell’Asp di Cosenza ha consegnato al presidio sanitario di San Marco Argentano un ecografo e un eco cardiografo di ultima generazione.
Sono inoltre stati assegnati al CAPT due operatori socio-sanitari e un tecnico di radiologia medica.
Finalmente un significativo segnale di attenzione da parte dei vertici aziendali verso un territorio che è stato privato di un ospedale e che, ormai da tempo, attende la riconversione dello stesso in Casa della Salute.

Nei mesi scorsi una rappresentanza dei sindaci dell’Esaro, guidata dal sindaco di San Marco Argentano, Virginia Mariotti, si era recata presso la sede dell’Asp provinciale per rappresentare la grave situazione in cui versa la struttura, per chiedere il potenziamento del Punto di Primo Intervento, prevedendone anche per il futuro il funzionamento H24, così come stabilito nel decreto del Commissario ad Acta, e non H12, come riportato nella bozza del nuovo Atto Aziendale, per segnalare la mancanza di alcune apparecchiature indispensabili ai medici per poter svolgere il loro delicato compito, per rappresentare le gravi carenze di personale, in particolare di OSS e di tecnici di laboratorio e di radiologia.
Al fine di continuare nel percorso di valorizzazione del CAPT occorre ora che l’Azienda Sanitaria provveda a far partire al più presto i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del presidio, che mandi due tecnici di laboratorio e una nuova TAC.
Il Centro di assistenza primaria territoriale di San Marco Argentano ha una funzione importante nel territorio poiché può fungere da filtro nel trattare tutti quei casi di pazienti non acuti che spesso si riversano nei pronto soccorso degli ospedali più vicini.
Grazie alla professionalità del personale in servizio presso il presidio “Pasteur”, egregiamente coordinato dalla responsabile dottoressa Leonilda Artusi, inoltre, anche in tempi molto recenti, sono state salvate diverse vite a pazienti che sono stati stabilizzati e trasferiti in altre strutture.
«A nome della cittadinanza sammarchese -afferma il sindaco Virginia Mariotti- rivolgo un sentito ringraziamento al direttore generale dottor Raffaele Mauro che ha tenuto fede alla promessa fatta ai sammarchesi e alla numerosa popolazione del territorio che ogni giorno si rivolge con fiducia al CAPT di San Marco, e a tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questi primi significativi obiettivi. Continueremo a insistere, con garbo e con fermezza -conclude-, al fine di giungere al più presto all’avvio dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza della struttura».

0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners